Lo Curto: « i grillini finti moralisti espressione di una politica clientelare»

142

«Una pletora di parassiti inadeguati e accattoni o preziose risorse professionali al servizio dei Gruppi Parlamentari ? La domanda è d’obbligo vista la polemica che ha investito la politica regionale per via delle assunzioni dei collaboratori dei Gruppi all’ARS, tutti genericamente definiti “portaborse” ,nonostante la diversa tipologia di norme che ne rende possibile la contrattualizzazione. In realtà se si guarda alle scelte operate dai grillini che hanno assunto 21 esterni, con contratto D6 e soltanto 3 ex stabilizzati, sembra
proprio che questo bacino che conta circa 85 unità sia composto da soggetti inutili alla politica ,inadeguati e incompetenti. Diversa la valutazione di tutti gli altri Gruppi che hanno solo integrato con esterni “ D6”i propri staff composti prevalentemente dagli ex stabilizzati. E invero, riesce difficile pensare che questo personale abbia bivaccato da oltre 20/25 anni senza far nulla in forza delle clientele politiche di cui erano espressione. La valutazione fatta da tutti i Gruppi parlamentari in ordine al funzionale utilizzo degli ex stabilizzati ad eccezione dei grillini, è stata seria, coerente e rispettosa delle professionalità espresse da
questi soggetti, padri e madri di famiglia che non possono essere considerati parassiti e accattoni del cui destino ci si può disinteressare con superficiali banalizzazioni. Bene quindi definire con legge la posizione di questo personale le cui funzioni e mansioni sono fondamentali per l’esercizio di tutta la complessa attività parlamentare svolta dai singoli deputati e dai gruppi». Ad affermarlo è Eleonora Lo Curto Presidente del
Gruppo UDC all’ARS, la quale rilancia affermando che « le scelte fatte dai grillini sono espressione di finto moralismo e di spregiudicata politica clientelare esercitata a beneficio dei loro amici assunti con soldi pubblici. Per quanto ci riguarda come già detto anche ai Giudici della Corte dei Conti, il nostro Gruppo non ha al momento assunto nessun esterno,i nostri collaboratori sono tutte persone in gamba che ci aiutano nell’espletamento delle nostre attività istituzionali ovviamente valuteremo con calma la possibilità di
attivare qualche altra forma di collaborazione inserendo le figure professionali che si renderanno necessarie».