Festa dei Fiori Acireale, nuova identità grafica e assistenza Hi Tech ai visitatori

43

ACIREALE – Un’edizione 2018 all’insegna del rinnovamento anche per la Festa dei Fiori: dopo il Carnevale e la sua Fondazione anche la grande manifestazione primaverile di Acireale – dal 27 al 29 aprile – si presenta al pubblico con un’immagine grafica rimodernata. Petali, foglie e corolle, riuniti in uno spazio circolare, formano il nuovo logo, il nuovo simbolo con cui targare i carri infiorati, ben visibile anche sulle locandine in strada e sul sito internet www.lafestadeifiori.it, on line da pochi giorni e in versione bilingue.

«Costruire un’identità esclusiva per la Festa dei Fiori è un passo fondamentale per proseguire nel percorso di affermazione come evento a sé stante – ha spiegato il presidente della Fondazione del Carnevale di Acireale Antonio Belcuore – La passione dei maestri artigiani è sempre la stessa, tenace e laboriosa, ma rispetto al consolidato evento invernale si respira un’atmosfera diversa, perché l’allegoria del carro di fatto si esprime in una nuova stagione, anche in accezione artistica».

Cambia il clima dunque ma non la macchina organizzativa, che ripropone gli strumenti digital come interfaccia operativa di servizio per le migliaia di visitatori. Dove parcheggiare, quali misure di sicurezza, quanti punti di assistenza, ma anche il significato di tutti i carri e i volti di chi li realizza: le pagine web del nuovo sito e quelle social sono state concepite proprio per “dialogare” con i visitatori e i turisti, anche in tempo reale durante le sfilate e le iniziative collaterali. I carri infiorati, come sperimentato con successo con quelli di cartapesta, saranno geolocalizzabili tramite i dispositivi Gps cliccando sull’apposita voce nel sito web. Ogni visitatore, tramite il proprio smartphone, potrà conoscere esattamente i punti d’esibizione delle singole opere o seguire sulla mappa il percorso della parata lungo il circuito.

Tutto è pronto quindi, il conto alla rovescia è terminato e questo pomeriggio si comincia, grazie anche al sostegno concreto della Regione Siciliana e del Comune di Acireale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.