Marsala: Primo Maggio al Monumento ai Mille. Ecco come è andata…

Marsala – La Città di Marsala ha ridato vigore alla Festa dei Lavoratori che si celebra il Primo Maggio. L’Amministrazione comunale, capitanata dal Sindaco Alberto Di Girolamo, coadiuvato dai rappresentanti locali di CGIL, CISL e UIL, con il pieno sostegno del vicesindaco Agostino Licari e con la collaborazione della Consigliera comunale Linda Licari, hanno organizzato un evento musicale e culturale nella suggestiva cornice del Monumento ai Mille. L’evento – a cura dell’Associazione culturale “Giada Lu Ma” – ha avuto inizio nel tardo pomeriggio, quando le famiglie hanno preferito allontanarsi dalle tavole imbandite o dalle braci per passeggiare in centro e digerire i rimasugli delle grigliate. Il cielo era coperto da nubi apparentemente minacciose, il vento proveniente dal mare graffiava i volti arsi dal primo sole pomeridiano – anticamera di un’estate che tarda ad arrivare – ma ciò non ha certamente fermato i marsalesi, sempre curiosi dinnanzi alle novità. Il giornalista Gaspare De Blasi ha presentato la serata, introducendo il Sindaco Alberto Di Girolamo che ha inaugurato l’evento dicendo che «è la prima volta che festeggiamo a Marsala il Primo Maggio Festa dei Lavoratori». La serata è stata introdotta da una toccante interpretazione dell’attore Francesco Torre, accompagnato dal musicista marsalese Gregorio Caimi. Non sono mancati i messaggi sociali dal palco e la presa di coscienza di fronte ad un’Italia piegata alla disoccupazione e che mira i suoi orizzonti verso lidi lontani, poiché costretta alla desistenza dinnanzi al cambiamento concreto. «Troppi giovani sono costretti ad andar via e poi molto spesso non tornano più. Io penso che questa terra, che questa splendida terra può fare in modo che loro possono tornare se cambiamo mentalità nell’approccio al lavoro» ha detto il Sindaco Alberto Di Girolamo.

Hanno parlato inoltre: Piero Genco: Cgil, Giuseppe Tumbarello: Uil, Antonio Chirco: Cisl. Il palcoscenico si è dipinto di colori e musica con le esibizioni di Riccardo Sciacca Band, la splendida voce e chitarra acustica di Gianfranco Marino, i suoni caldi e primitivi dei Kinisia Blues Band e infine gli incandescenti Artemixia Cor che hanno infiammato il palco a suon di rock n’ roll. Lo spettacolo è stato trasmesso in diretta streaming da Radio-Activity e da La Tr3 Tv. «Bisogna che il governo si adoperi per trovare sorgenti di lavoro, per fare in modo che tutti gli italiani abbiano una occupazione. Questo è quello che deve fare il governo, questo è quello che deve fare il parlamento» disse Sandro Pertini.

Angelo Barraco