Maltrattamenti e spaccio di droga: tre arresti a Catania

151
Relations

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale di Catania
hanno arrestato un pregiudicato catanese di 35 anni, in esecuzione di una
ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Catania.
La misura restrittiva era stata proposta all’A.G. dagli uomini dell’Arma che
alcuni giorni fa, su richiesta della vittima, erano intervenuti in quella
abitazione appurando come l’uomo poco prima avesse picchiato la consorte
dinanzi il figlioletto di appena due anni. Considerato che l’episodio, secondo
la successiva denuncia della donna, non era stato un caso isolato ma uno dei
tanti atti vessatori ripetuti nel tempo, il magistrato ne ha prima ordinato
l’allontanamento dalla casa coniugale per poi disporne l’arresto e la
sottoposizione agli arresti domiciliari.

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Catania
hanno arrestato nella flagranza un catanese di 23 anni, poiché ritenuto
responsabile di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.
I militari, dopo averlo osservato cedere droga ad alcuni acquirenti abituali, lo
hanno bloccato e perquisito trovandolo in possesso di circa 10 grammi di
marijuana, suddivisa in dosi pronte allo smercio.
La droga è stata sequestrata mentre l’arrestato attenderà la direttissima agli
arresti domiciliari.

 

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Acireale hanno
arrestato Davide Copercini,32 anni, ritenuto

Davide Copercini

responsabile della violazione delle prescrizioni imposte dalla sorveglianza
speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno.
La pattuglia dell’Arma lo ha riconosciuto e bloccato ieri sera in Via delle
Terme ad Aci Catena perché in evidente violazione della misura preventiva
cui era sottoposto che lo voleva relegato entro i confini del comune di
Acireale.
L’arrestato attenderà la direttissima agli arresti domiciliari.

I Carabinieri della Stazione di Militello Val Di Catania hanno arrestato il pregiudicato Sebastiano Maggiore, 42 anni, del posto, ritenuto responsabile di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.
Grazie alla preziosa collaborazione dello Squadrone Eliportato Cacciatori di
Sicilia e del Nucleo Cinofili di Nicolosi, i militari, concludendo una breve ma
proficua attività info-investigativa, ieri sera hanno potuto scoprire una casa
abbandonata trasformata dal reo in deposito di droga, al cui interno sono stati
rinvenuti e sequestrati circa 700 grammi di marijuana, una bilancia elettronica
di precisione e vario materiale utilizzato per confezionare le dosi di
stupefacente.
L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di
Caltagirone.