Droga negli slip, arrestati due pusher: uno spacciava in bicicletta

104

 

I Carabinieri della Stazione di Trecastagni hanno arrestato il catanese Angelo Pavia, 24 anni, ritenuto responsabile di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.
Gli uomini di pattuglia lo hanno sorpreso nel centralissimo Corso Italia mentre stava per cedere della droga ad un assuntore del posto. Scorgendo l’autovettura dell’Arma i due – hanno tentato di dividersi ed allontanarsi dal luogo della compravendita, azione resa vana dai militari che li hanno immediatamente bloccati e perquisiti rinvenendo, nella biancheria intima indossata dal pusher catanese, 20 grammi circa di marijuana già suddivisa in dosi pronte allo smercio.

La droga è stata sequestrata mentre l’arrestato, in attesa della direttissima, è
stato relegato agli arresti domiciliari.

 

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Catania
hanno arrestato il trentasettenne acese Emanuele Cubeda,

Cubeda

già
sorvegliato speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno e
ritenuto responsabile di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti
nonché di violazione degli obblighi imposti dalla misura preventiva cui era
sottoposto.
Gli uomini della Squadra “Lupi” lo tenevano d’occhio da alcuni giorni finché
sabato sera, appostandosi nella zona preferita dal pusher, la Via Antonino
Bonaccorsi, lo hanno visto arrivare in sella ad una bicicletta elettrica e
prendere contatti con il cliente di turno giunto in automobile, allontanarsi
sempre in bici per andare a prelevare la droga in un vano dell’acquedotto
municipale in disuso, per poi ritornare e scambiare la droga con il denaro dal
finestrino dell’auto. Dopo averne documentato alcune cessioni, fermando a
debita distanza i vari assuntori, che confermavano di avere acquistato le dosi
dall’uomo in bici, i militari sono intervenuti bloccando e perquisendo il reo,
trovato in possesso di circa 15 grammi di marijuana suddivisa in dosi.

La droga è stata sequestrata mentre l’arrestato, in attesa della direttissima, è
stato posto agli arresti domiciliari.