Crocetta indagato e accusato d’abuso d’ufficio

177

Nell’estate del 2016, l’ex presidente della regione Sicilia, Rosario Crocetta, avrebbe autorizzato con ordinanze urgenti il conferimento di rifiuti in alcune discariche catanesi senza i pareri previsti dalla legge.

I giudici della Procura della Repubblica di Palermo hanno emesso un avviso di garanzia per l’ex governatore, indagato insieme ad altre venti persone, tra cui funzionari regionali e il dirigente Maurizio Pirillo. A Crocetta viene contestato il reato di abuso di atti d’ufficio, in quanto, l’ex presidente avrebbe autorizzato il conferimento di rifiuti in alcune discariche giustificando questa azione con una paventata emergenza sanitaria in corso. I gestori delle discariche, avrebbero, con questo aumento di rifiuti, aumentato i loro guadagni. Circa 6900 tonnellate di rifiuti sarebbero stati conferiti in alcune discariche del catanese per far fronte all’emergenza che interessò l’Isola nella calda estate del 2016.