Truffa all’ASP di Siracusa: scoperti assenteisti filmati da videocamere

112

La guardia di Finanza di Siracusa ha accertato la responsabilità per truffa ai danni dello
Stato nei confronti di 2 tecnici della prevenzione in forza all’ASP 8 che avrebbero dovuto
timbrare le proprie presenza presso il distaccamento di Rosolini.
Le indagini dirette dal Procuratore Capo dott. Francesco Paolo Giordano e coordinate dai
Sostituti Procuratori dott. Tommaso Pagano, dott.ssa Margherita Brianese e dott. Marco
Dragonetti sono state eseguite dalla Tenenza di Noto ed hanno permesso di contestare ai
2 indagati il reato di truffa aggravata ai danni dell’Ente Pubblico.
All’esito delle indagini, sono stati notificati dalle Fiamme Gialle l’avviso di conclusione delle
indagini preliminari e sono stati emessi gli avvisi di garanzia.

L’indagine della Guardia di Finanza, protrattasi per mesi con l’ausilio di telecamere collocate
all’ingresso del distaccamento ASP di Rosolini, ha consentito di monitorare costantemente
sia gli strumenti per la rilevazione delle presenze del personale che l’ingresso principale.
L’attività svolta con pedinamenti, appostamenti e oltre 1300 ore di riprese aveva reso
possibile la rilevazione di come i 2 dipendenti si assentavano arbitrariamente dal posto di
lavoro. I dipendenti Giampaolo Tricomi classe 1964 e Giuseppe Celeste classe 85 avevano
accumulato rispettivamente ben oltre 70 e 51 ore di assenze ingiustificate pari al 30% e 18% dell’orario di lavoro programmato.
E’ stata interessata con apposita segnalazione la Procura regionale presso la Corte dei
Conti di Palermo per l’accertamento della responsabilità per danno erariale da parte degli
impiegati che si sono assentati.