Marsala, coltiva marijuana in casa: arrestato Giovan Vito Giacalone

I Carabinieri della Compagnia di Marsala, hanno arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Giovan Vito Giacalone, marsalese, classe ’79.
Nello specifico, i Carabinieri della Stazione di Petrosino, nell’ambito di uno specifico servizio finalizzato al contrasto della coltivazione e dello spaccio di sostanze stupefacenti, sono andati presso l’abitazione del Giacalone sita in Contrada Bambina, dove hanno effettuato una perquisizione domiciliare per la ricerca di droga. Giunti nel terreno di pertinenza dell’abitazione, dove vi erano una serie di serre, lungo la recinzione del fondo, i militari dell’Arma hanno rinvenuto, occultata sotto una grossa busta nera in cellophane, una cesta in plastica contenente tre barattoli in vetro, tutti colmi di marijuana già essiccata e del peso complessivo di 450 gr. circa. Accanto, inoltre, i Carabinieri hanno individuato diversi scarti delle piante di marijuana, verosimilmente coltivate
precedentemente nel medesimo terreno. Ad avvalorare questa ipotesi, i militari, nel corso
della perquisizione, hanno rinvenuto in una stanza adibita a ripostiglio, un sacchetto con
all’interno diversi semi di marijuana pronti per essere piantati nuovamente, con accanto
altri barattoli in vetro con tracce della medesima sostanza.
Una volta fermato,  Giacalone è stato condotto presso la Stazione Carabinieri di
Petrosino dove, all’esito degli accertamenti svolti sul suo conto, è stato tratto in arresto. Il
giudice Lylibetano, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto nei suoi confronti la misura
cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di Marsala ed al contempo l’obbligo di
presentazione giornaliero alla Polizia Giudiziaria.
.