Anziano tenta suicidio gettandosi da scogliera: salvato da una telefonata

Un anziano è stato salvato dalla telefonata di una donna al 112. I carabinieri sono riusciti a salvarlo in tempo prima che mettesse in atto il suo tragico piano.

È accaduto ieri sera intorno alle 19:00. L’uomo, classe 39, proveniente da un paese dell’hinterland etneo dopo essersi parzialmente svestito  ha raggiunto la parte più alta della scogliera che sovrasta la zona denominata del “Caito”, tra Piazza Europa  e Piazza Galatea, con l’intenzione di farla finita gettandosi in mare.

Ad accorgersi in tempo dei movimenti del poveretto una signora che passeggiava in zona con il figlio la quale, immediatamente, ha chiamato il 112.

Sul posto sono giunte in pochi minuti due pattuglie del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale. L’uomo, vedendo i militari calarsi tra gli scogli ha gridato: <<perché siete qua? lasciatemi stare io la voglio fare finita, mi voglio buttare, lasciatemi in pace, voi non sapete che problemi ho io, ho problemi in famiglia, ho problemi di salute, pertanto ho deciso di farla finita lasciatemi stare>>.

Agendo con la massima cautela il capo pattuglia, instaurando un contatto umano con l’anziano per guadagnarsi la sua fiducia, ha consentito ai colleghi di posizionarsi in modo tale da potere intervenire e bloccare l’uomo che è stato preso letteralmente in braccio e trasportato in una zona sicura.

Affidato alle cure di personale sanitario del 118 il poveruomo è stato successivamente trasportato all’Ospedale Cannizzaro di Catania, luogo in cui è giunta la moglie avvertita telefonicamente dai carabinieri. L’anziano è tuttora ricoverato sotto osservazione nel nosocomio catanese.