domenica, Gennaio 29, 2023
HomeCronacaMarsala, è un obbligo allacciarsi alla rete fognante

Marsala, è un obbligo allacciarsi alla rete fognante

L’allacciamento alla rete fognante è un obbligo di legge per tutti. In questi mesi è stata rifatta la rete fognante in molte strade di Marsala e i lavori continueranno in altre zone del territorio, nei versanti nord, sud e lidi. Gli edifici che si affacciano su vie e piazze già servite dalla nuova rete fognate, pertanto, hanno l’obbligo di allacciare gli scarichi alla pubblica fognatura, così come stabilisce un ulteriore Avviso a firma del sindaco Alberto Di Girolamo. Il provvedimento, in questi giorni, sarà notificato dalla Polizia Municipale ai residenti nelle vie G. Anca Omodei, Gagini, Lazzara, Titone, San Vito, Aspromonte, Caprai, Barbaro, Mentana, Bezzecca, Itria, Libertà, Messina, Spanò, Falconara, Maiorana, Ferro, Colocasio, Pascasino e piazza Marconi. Gli utenti, pertanto, dovranno collegarsi alla fognatura pubblica, previa richiesta di autorizzazione allo scarico all’Ufficio comunale competente (SPL di contrada Amabilina), da presentarsi entro 15 giorni dalla notifica: la richiesta verrà esaminata con priorità. «È un obbligo imposto da leggi italiane e comunitarie, che coinvolge ragioni igienico-sanitarie e di decoro, sottolinea il sindaco Alberto Di Girolamo; ma anche di buon senso, tenuto conto l’allacciamento fatto prima del rifacimento del manto stradale eviterà che questo debba essere nuovamente rifatto». In pratica, l’allaccio alla fognatura – realizzato prima di asfaltare la strada interessata ai lavori – implica un più efficace ripristino della viabilità veicolare, nonché del transito pedonale sui marciapiedi. Inoltre, assolvendo all’obbligo di allaccio, si eviterà il versamento della fidejussione a garanzia del corretto ripristino del manto stradale già integralmente asfaltato, con evidente risparmio per gli utenti. Tenuto conto delle conseguenze negative dovute al mancato allacciamento degli scarichi alla pubblica fognatura – rischi di contaminazione della falda acquifera e precaria qualità ambientale – l’Avviso riporta anche le sanzioni per quanti non richiederanno l’allaccio alla pubblica fognatura: da 600 a 3.000 euro, nonché la segnalazione di inottemperanza agli uffici preposti ed all’Autorità Giudiziaria.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -

ULTIME NEWS