venerdì, Luglio 19, 2024
HomeCronacaMafia, arrestato Corona "re "delle scommesse e tesoriere di cosa nostra

Mafia, arrestato Corona “re “delle scommesse e tesoriere di cosa nostra

Colpo grosso della Guardia di Finanza contro la “nuova” mafia palermitana.
Il Nucleo di Polizia Valutaria della Guardia di Finanza dalle prime luci dell’alba sta eseguendo una serie di arresti a Palermo. Nella complessa operazione antimafia denominata “Delirio” e coordinata dalla D.D.A. di Palermo sono finiti in manette 28 persone ed effettuate numerose perquisizioni. Fra gli arrestati nomi di spicco del capoluogo siciliano. Figurerebbe, tra gli arrestati anche un noto avvocato penalista, Nico Riccobene, che è finito però ai domiciliari. Altri nomi quello dell’imprenditore Giuseppe Tarantino, gestore del bar Alba di Mondello, che è fra i 19 che hanno ricevuto un provvedimento di divieto di dimora a Palermo, firmato dal gip Antonella Consiglio. Il nome di punta però è quello di Giuseppe Corona, considerato dagli inquirenti l’uomo in grado di stabilire le strategie economiche più conveniente per cosa nostra, soprattutto dopo la morte del boss Totò Riina. Corona è ritenuto il “tesoriere” di Cosa nostra ma è anche il cassiere della Caffetteria Aurora (sequestrata nel corso del blitz) e considerato il “re delle scommesse” all’Ippodromo della Favirita. Corona ha alle spalle 16 anni di carcere per omicidio.

Corona, considerato un mafioso-manager, non rinunciava all’immagine. E così su Facebook sono finite anche le foto del bel catering fatto dalla Caffetteria Aurora a Villa Niscemi, la sede di rappresentanza del Comune di Palermo.

 

 

 

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -

ULTIME NEWS