Palermo, sequestrato campo nomadi alla Favorita

Una donna con un bambino all'interno del campo nomadi della Monachina, Roma, 29 maggio 2015. ANSA/ALESSANDRO DI MEO

E’ stato sequestrato il campo rom esistente a Palermo all’interno della Favorita. Il gip del capoluogo su richiesta della Procura ha disposto il sequestro del campo. I nomadi vivevano in situazioni di pericolo fra fili elettrici “volanti” e discariche di rifiuti. Il provvedimento è stato notificato al sindaco di Palermo, proprietario dell’area, e al capo dei vigili nominato custode. Un anno fa venne disposto un primo sequestro d’urgenza del campo rom ma non venne convalidato dalla Procura in quanto non c’era stata una chiara individuazione dei reati commessi.