domenica, Luglio 14, 2024
HomeCronacaTrapani, successo al chiostro per "L'importanza di esser Franco": in replica mercoledì

Trapani, successo al chiostro per “L’importanza di esser Franco”: in replica mercoledì

Oscar Wilde, immortale e sagace genio creativo letterario irlandese, vissuto in una Dublino bigotta e moralista, sotto l’egida imperante di un’epoca vittoriana asfissiante quanto ridicola, non si smentisce mai. Profondo conoscitore del periodo storico sociale in cui vive, analista fervido e tagliente di una società fatta di apparenze bieche ( nasce nel 1856) Wilde, in questa divertente commedia del nonsense mette in risalto le dabbenaggini ridicole di una certa casta sociale troppo ancorata alla vacua ricerca del denaro e di ciò che è “di moda”. Ieri sera, alle ore 21, al chiostro di San Domenico, a Trapani è andata in scena la commedia di Oscar Wilde “l’importanza di essere Franco” che ha intrattenuto il pubblico con le battute esilaranti ma anche con l’apprezzabile grazia e bravura degli attori.

 

L’adattamento in versione ritmica era di Mario Castelnuovo Tedesco, il compositore scomparso 50 anni fa a cui l’Ente Luglio Musicale Trapanese, ha dedicato il meritato riconoscimento e tributo. I bravi interpreti della commedia sono stati Gianluca Moro nel ruolo di Jack Worthing; Roberto De Gennaro Crescenti, Algernon Moncrieff; Tiberia Monica Naghi, Lady Gwendolen Fairfax; Eva Maria Ruggieri e Magdalena Urbanowicz, Lady Bracknell; Chiara Cabras e Ilenia Tosatto, Cecily Cardew; Marta Biondo e Magdalena Urbanowicz, Miss Prism; Alessandro Agostinacchio, Reverendo Chasuble; Alfonso Michele Ciulla e Fabio Maria La Mattina, Merriman/Lane.

Fra battute esilaranti e colpi di scena finali, in quasi due ore spettacolo si ha tutto il tempo per entrare magicamente in un mondo “apparente” che non conosce limiti di tempo e che travalica le epoche, ricordandoci quanto sia greve il gioco delle parti a cui troppe volte gli uomini sono sottoposti.

La realizzazione scenica è di Pier Paolo Bisleri, nello splendido e acusticamente perfetto Chiostro di San Domenico. Il tutto sotto la regia di Giovanni Scandella. Ai due pianoforti Lorenzo Orlandi e Chiara Pulsoni, alle percussioni Luca Valenza e Carlo Pisciotta. A dirigere il Maestro Piergiorgio Del Nunzio.

Appuntamento, per la replica, a marcoledì 1 agosto, alle ore 21, al chiostro di San Domenico

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -

ULTIME NEWS