Catania, prestigioso premio a Pietro Crisafulli per la pellicola “La voce negli occhi”

808

Catania – Ancora un premio per il regista siciliano Pietro Crisafulli. La sua battaglia verso la costruzione di una Casa Risvegli continua e non finisce mai. Sabato sera, durante la splendida manifestazione “Fiera del Sole” svolta in piazza I Vicerè a Catania, è stato consegnato il primo premio “Siciliani si nasce” a Pietro Crisafulli (fratello di Salvatore, conosciuto come il “Terri Schiavo Italiano”), regista e produttore del film La voce negli occhi, presidente dell’associazione Sicilia Risvegli Onlus, nonché fondatore del Movimento “Vite Sospese”. Pietro Crisafulli è anche il papà di Domenico, detto “Mimmo”, ragazzo ucciso a 25 anni in un incidente stradale il 6 marzo 2017.
A seguito di un terribile incidente stradale, Salvatore Crisafulli, scomparso nel febbraio 2013, ha trascorso gli ultimi dieci anni della sua vita completamente immobilizzato ma cosciente, incapace di comunicare se non attraverso lo sguardo, ed alcuni movimenti oculari. Sostenuto dal fratello Pietro, Salvatore ha condotto, dal suo capezzale, una difficile battaglia civile per i diritti dei disabili gravi, nel suo caso chiamati “locked-in”, ovvero rinchiusi in un corpo paralizzato. I fratelli Crisafulli hanno anche fondato la Onlus Sicilia Risvegli, impegnata a sostegno dei familiari dei malati in coma o affetti da gravi malattie neurodegenerative e contro qualsiasi legalizzazione dell’eutanasia.
Pietro Crisafulli è stato nel corso degli anni sempre in prima linea per combattere le ingiustizie che subiscono le persone deboli, in particolare quelle in stato comatoso. Una lotta e accanto un grande sogno: quello di poter costruire in futuro un centro risvegli, ed una casa di accoglienza per tutti coloro che si trovano in difficoltà e hanno bisogno di assistenza 24 ore su 24. Il film ha vinto diversi premi e tanti altri si prospettano in futuro. Sicuramente il fratello di Salvatore Crisafulli non mollerà la sua lotta. 
«Sono davvero onorato ed orgoglioso di ricevere questo prestigioso premio che dedicherò con tutto il cuore ai miei cari, che vivono nel ricordo di chi li ama, e a tutte le persone che soffrono, come me – ha commentato il regista catanese Pietro Crisafulli – Lotterò anche se a volte ho affrontato la mia battaglia da solo, senza l’appoggio di nessuno».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.