Tre Fontane, scoperte due serre di cannabis: arrestati due fratelli

Lo scorso 17 agosto, a Campobello di Mazara, i carabinieri di Mazara del Vallo con la collaborazione dei colleghi della stazione di Campobello, hanno eseguito una perquisizione presso un immobile di Tre Fontane a Campobello di Mazara, nella disponibilità dei fratelli Tumbarello, rispettivamente quarantaquattrenne e trentanovenne.

A seguito della perquisizione, i militari hanno rinvenuto 150 grammi di marijuana, due serre, una professionale al chiuso e l’altra artigianale all’aperto, al cui interno sono state rinvenute venti piante di varia specie con dimensioni dai 50 ai 180 cm. e entrambe adibite esclusivamente alla coltivazione intensiva di cannabis durante tutto l’arco dell’anno, grazie al sistema di irrigazione, aereazione ed illuminazione.

Le successive operazioni di ricerca hanno poi consentito di rinvenire e sequestrare un bilancino di precisione utilizzato per la pesatura dello stupefacente da destinare alla vendita.

Nel corso dello stesso controllo sono stati recuperati dei reperti di presumibile interesse archeologico e storico culturale (anfore, monete in metallo e frammenti di piatti decorati) che verranno inviati alla competente Soprintendenza dei ben culturali per gli accertamenti del caso.

A seguito del fermo dei due, lo scorso sabato 19 agosto, il Tribunale di Marsala ha convalidando l’arresto eseguito nei confronti dei fratelli Tumbarello, e ha disposto la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per quattro volte a settimana.