Ammazza vicino per il fumo del barbecue: arrestato palermitano

Il fumo provocato da una fornacella usata per arrostire della carne avrebbe fatto scattare la furia omicida a Pietro Billitteri, 60 anni, residente a Palermo. La vittima è Cosimo D’Aleo, vicino di casa, 43 anni, il quale abitava in una palazzina di via Sferracavallo 130. D’Aleo, stava arrostendo con il barbecue a piano terra e il fumo”impuzzava” ( come già confessato dallo stesso Billitteri) il terrazzino del primo piano dove l’omicida era seduto. Secondo le testimonianze i due uomini litigavano spesso e stavolta, Billitteri, stanco del fumo, ha preso una pistola e ha ucciso il suo vicino di casa. L’omicida è poi scappato con la pistola e la sua auto, una Ford Fiesta abbandonata poi per strada. L’uomo sotto la pioggia battente di ieri, ha vagato per le vie quasi impraticabili ed è stato arrestato dalla polizia in un magazzino della Marinella

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.