Migranti della Diciotti “scappano” dalla Caritas: 50 irreperibili

Si sarebbero allontanati di loro spontanea volontà i 50 migranti ospiti della Caritas di Rocca di Papa, nel Lazio. Erano stati accolti dopo essere sbarcati dalla nave Ubaldo Diciotti che nelle settimane scorse ha tenuto banco su tutti i giornali. La querelle si era innescata per il divieto posto dal ministro degli Interni, Matteo Salvini. Dopo giorni in cui alla nave era stato interdetto l’approdo al porto di Catania, i migranti sbarcati erano stati distribuiti in tutta Italia. 

 Il Viminale ha precisato che “per la legge queste persone hanno libertà di movimento e quindi non sono sottoposte alla sorveglianza dello Stato”. ironico il commento di Salvini : non li avevo dunque sequestrati?

Erano così disperati – sottolineano i sottosegretari all’Interno Stefano Candiani e Nicola Molteni – che hanno preferito rinunciare a vitto e alloggio garantiti per andare chissà dove. È l’ennesima prova che chi sbarca in Italia non sempre scappa dalla fame e dalla guerra, nonostante le bugie della sinistra e di chi usa gli immigrati per fare business”.

“Di queste persone – spiega invece il direttore della Caritas Italiana, don Francesco Soddu – nessuno vuole rimanere in Italia, si sa. E davanti ad una situazione di affidamento o prima o dopo avrebbero potuto scegliere di allontanarsi volontariamente”, proprio perché la struttura che li accoglie non ha il compito di trattenerli. “E’ stato allontanamento volontario, non una fuga. Si fugge da uno stato di detenzione e non è questo il caso, nessuno vuole rimanere in Italia, si sa”.

“Di queste persone – spiega invece il direttore della Caritas Italiana, don Francesco Soddu – nessuno vuole rimanere in Italia, si sa. E davanti ad una situazione di affidamento o prima o dopo avrebbero potuto scegliere di allontanarsi volontariamente”, proprio perché la struttura che li accoglie non ha il compito di trattenerli. “E’ stato allontanamento volontario, non una fuga. Si fugge da uno stato di detenzione e non è questo il caso, nessuno vuole rimanere in Italia, si sa”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.