mercoledì, Maggio 25, 2022
HomeCronacaMazara, Giorgio Randazzo: " troppi disagi e troppi guasti alla condotta idrica"

Mazara, Giorgio Randazzo: ” troppi disagi e troppi guasti alla condotta idrica”

Il consigliere comunale Giorgio Randazzo del gruppo comunale “Mazaralibera”, in una nota diramata agli Organi di stampa e indirizzata all’amministrazione comunale mazarese, ha sottolineato i ripetuti ed interminabili disagi idrici in città che di volta in volta, a distanza di poco tempo, hanno interessato quasi tutti i quartieri cittadini e periferici. Pare che “tutto” sia iniziato lo scorso 26 aprile, quando, un guasto alla condootta idrica di Borgata Costiera ha creato notevoli disagi ai residenti e da quel momento è stata un’escalation di rotture. L’11 giugno si è rotta un’elettropompa ai pozzi di San Miceli con disagi per Mazara Due e via Marsala oltre che per la stessa Costiera. Il 21 giugno è la volta di un guasto alla cabina elettrica sempre ai pozzi di San Miceli con disagi alla Makara, a Mazara Due e a Costiera. Il 2 luglio vengono ultimati i lavori per il ripristino della cabina ai pozzi con grande disagi per la popolazione che ha visto una sostanziale diminuzione dell’ approvvigionamento idrico in città. Il 25 luglio altra rottura ai pozzi di San miceli e altri disagi, lo stesso dicasi per il giorno 8 agosto quando si verifica un guasto elettrico ai pozzi di contrada Ramisella che provoca disagi a Tonnarella e a tutto il Trasmazaro. 

Giorno 14 agosto altro guasto elettrico a Ramisella, altri disagi in tutta la zona e altri giorno di attesa con l”acqua assente o razionata. Il 19 agosto altro guasto sempre nella contrada mazarese e rubinetti a secco a Tonnarella. Il consigliere Randazzo nella nota, prosegue con il sunto di quanto elencato: 

“CONSIDERATO che questi interventi straordinari di manutenzione e riparazione, riccorrendo alle procedure amministrative d’urgenza e all’utilizzo di autobotti pubbliche e private per l’approvvigionamento domestico, hanno impegnato ingenti somme di denaro pubblico che mobilitate per interventi “programmati” avrebbero evitato l’aumentare della spesa corrente per il settore idrico cittadino;

RITENUTO fondamentale, per una Città civile e organizzata con ambizioni “turistiche” , il regolare approvvigionamento idrico per la cittadinanza e gli operatori economici soprattutto nel periodo estivo;

DATO il mancato completamento dopo nove anni di continuità amministrativa delle procedure di gara per il potenziamtno delle condotta idrica che parte dai pozzi di San Nicola e giunge sino al punto di raccolta di Via Treviso, SI IMPEGNA IN VIA URGENTE IL CONSIGLIO COMUNALE”.

E speriamo bene aggiungiamo noi

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments