Morta una donna affetta da polmonite da legionella: era ricoverata al Villa Sofia

Una donna di 63 anni è morta a Palermo a causa di un’insufficienza respiratori provocata dalla polmonite da legionella. La donna era ricoverata al Villa Sofia dal 15 settembre nel reparto di rianimazione e le era stata diagnosticata una polmonite bilaterale causata dal batterio della legionella.

La paziente abitava nella zona di viale Strasburgo e le sue condizioni erano apparse fin da subito delicate. Quattro giorni dopo è stata trasferita nel reparto di Medicina interna semi intensiva della Geriatria. 

 “E’ stato effettuato un prelievo polmonare – spiegano dalla direzione sanitaria – che è stato inviato al Policlinico per la tipizzazione batterica. Per quanto riguarda la nostra struttura non c’è nulla da temere, sarà effettuata la sanificazione ‘standard’ prevista. Ricordiamo che la legionellosi non è trasmissibile da persona a persona”.

La donna era una fumatrice ma non frequentava luoghi pubblici come palestre e piscine e si pensa che abbia contratto il batterio in casa. 

 Il contagio avviene inalando acqua contaminata sottoforma di “aerosol” generati da rubinetti, docce ed impianti di umidificazione e altro.