Il Sindaco Di Girolamo sull’Approvazione del Bilancio di Previsione 2018: “Il ritardo del Consiglio Comunale ha recato danni ai cittadini marsalesi”

436

A due giorni dall’approvazione del Bilancio di Previsione 2018, il Sindaco di Marsala, Alberto Di Girolamo, questa mattina ha indetto una conferenza stampa, supportato dalla Giunta, in cui ha chiarito la sua posizione in merito ai tempi “troppo lunghi” con cui il Consiglio Comunale ha proceduto ad analizzare e approvare il bilancio.
Nelle sue dichiarazioni, infatti, il sindaco di Marsala ha evidenziato il ritardo con il quale l’Assemblea civica è giunta all’approvazione dello strumento finanziario: “Il Consiglio è sovrano nel rivedere la nostra proposta – ha dichiarato il sindaco Di Girolamo – e, allo stesso tempo, è al corrente delle risorse disponibili. E allora perchè impiegare così tanto tempo ad approvare il Bilancio quando, da mesi, è in possesso di tutti gli atti ? Tra giugno e luglio il Consiglio era nelle condizioni di deliberare. Non l’ha fatto e questo provoca danni alla città, tenuto conto che si allungano i tempi delle procedure per intervenire su strade, marciapiedi, verde pubblico, illuminazione: cose che, giustamente, chiedono i cittadini. Noi li avevamo già programmati; ma per certi lavori, come ad esempio asfaltare una via, difficilmente si potrà operare nei mesi invernali. Il mio rammarico è che, pur avendo più volte sollecitato lo stesso presidente del Consiglio comunale, si è continuato a far trascorrere tempo prezioso. Mi auguro che quanto accaduto – ed è anche questa la finalità dell’incontro di stamattina con la stampa – non si ripeta il prossimo anno e negli anni a venire. Occorre programmare, continuano a ripetere tutti. Questa Amministrazione lo fa fin dal suo insediamento. Di tempo noi non ne perdiamo”.
Infine, nel suo intervento, il vicesindaco Licari ha scandito le date (da marzo a maggio) nelle quali sono state trasmesse al Consiglio gli atti propedeutici al Bilancio di Previsione. Lo stesso atto, poi, era stato messo a disposizione dei consiglieri fin dal 23 maggio scorso.