Parte la campagna per la vaccinazione antinfluenzale in provincia di Trapani

137

Al via anche in provincia di Trapani la Campagna per la Vaccinazione Antinfluenzale2018/2019, a cura del servizio Sanità pubblica, Epidemiologica e Medicina preventiva dell’ASP Trapani.

Le indicazioni ministeriali e regionali, hanno chiaramente indicato la necessità di proteggere per l’influenza in modo specifico i soggetti con età pari o superiore a 64 anni compiuti e i soggetti a rischio.  Per queste categorie la somministrazione del vaccino sarà gratuita.

Sono definiti soggetti a rischio:

-Donne che all’inizio della stagione epidemica si trovano nel secondo e terzo trimestre di gravidanza;

‐ Soggetti dai 6 mesi ai 65 anni affetti da patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza (malattie croniche infiammatorie o a carico dell’apparato respiratorio, malattie dell’apparato cardio-circolatorio, diabete mellito, tumori, epatopatie croniche., ecc);

-Individui di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti;

– i soggetti appartenenti alle categorie di pubblico interesse collettivo come forze dell’ordine, vigili del fuoco, insegnanti, il personale sanitario e parasanitario delle strutture che erogano servizi sanitari pubblici e privati, e quindi anche tutto il personale dipendente, amministrativo e sanitario dell’ASP Trapani.

– Personale che, per motivi di lavoro, e a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani (allevatori, macellatori, veterinari);

-immigrati;

-cittadini senza fissa dimora;

‐ Donatori di sangue.

Rientrano tra le categorie a rischio anche i contatti stretti dei nuovi nati fino al compimento del sesto mese di vita e i contatti stretti delle gestanti.

Per quest’anno la Regione ha aggiunto una nuova offerta: negli ambulatori aziendali  dell’ASP saranno infattivaccinati gratuitamente tutti i bambini che frequentano le scuole. La vaccinazione anti-influenzale è inoltre fortemente raccomandata per il personale (docente e non docente) operante in tutte le scuole di ogni ordine e grado. Il vaccino antinfluenzale potrà essere somministrato presso tutti i centri e i presidi vaccinazione distribuiti nei 24 comuni della provincia, e presso gli ambulatori dei Medici di medicina generale e dei Pediatri di libera scelta. La via di somministrazione per i vaccini è quella intramuscolare, nel muscolo deltoide per tutti i soggetti di età superiore a 2 anni, mentre nei bambini fino ai 2 anni la sede raccomandata è la faccia anterolaterale della coscia. Confermata per questa stagionalità l’offerta attiva e gratuita del vaccino antipneumococcico, per:

-Soggetti di età pari o superiore a 64 anni mai vaccinati prima;

-Soggetti affetti da una patologia  che può determinare una condizione di rischio;

-i nati negli anni 1953 e 1958.

Infine in cosomministrazione per tutti i soggetti dai 65 ai 75 anni di età e per tutti i soggetti a rischio di età superiore a 50 anni, va effettuata la Vaccinazione anti Herpes zoster.