Sequestrate 12 discariche abusive: contenevano 10 tonnellate di rifiuti

Dodici discariche abusive sequestrate, dieci tonnellate di rifiuti e cinque denunciati: questo il bilancio dell’operazione condotta dai carabinieri dai colleghi militari del centro Anticrimine Natura . Le 12 discariche si trovano nell’agrigentino e sono piene di rifiuti abbandonati dai cittadini che si liberano così sia dei rifiuti domestici che di quelli più ingombranti.

Ad Agrigento è stato sorpreso un individuo che stava scaricando in strada rifiuti solidi urbani e per lui è scattata una sanzione di 600 euro.

A Villaseta, in via Concordia in particolare, i carabinieri hanno individuato e  sequestrato una discarica abusiva di circa 50 metri contenente rifiuti urbani non differenziati. Al Villaggio Mosé di Agrigento, in via Giacinti, è stata scoperta una discarica abusiva di circa 600 metri. A Porto Empedocle, sono stati beccati – in via Vittoria – e denunciati per “trasporto illecito di rifiuti” 4 individui: stavano trasportando, senza autorizzazione, oltre due quintali di rifiuti urbani. Inoltre, in località Cannelle, i militari dell’Arma hanno sequestrato una discarica abusiva di circa 600 metri quadrati in area demaniale marittima, contenente una decina di tonnellate di rifiuti speciali;

A Siculiana, a Garebici, i militari hanno individuato e sequestrato una discarica abusiva estesa circa 250 metri quadrati, contenente rifiuti speciali pericolosi, carcasse di animali e rifiuti solidi urbani; poi in località Cantamattino, è stata sequestrata un’altra discarica abusiva estesa circa 300 metri quadrati, contenente rifiuti speciali pericolosi e rifiuti solidi urbani. A Realmonte, in contrada Fauma, è stata scoperta e sequestrata una discarica abusiva di 50 metri contenente rifiuti urbani non differenziati. A Raffadali, i carabinieri hanno denunciato un imprenditore 59enne per il reato di illecita gestione di rifiuti: aveva realizzato, in contrada Rognosa una discarica abusiva contenente rifiuti speciali non pericolosi, estesa per circa 500 metri. 

A Favara, in contrada Pioppo, è stata scoperta e sequestrata circa 4.000 metri quadrati di discarica abusiva, contenente un ingente quantitativo di rifiuti speciali pericolosi e rifiuti solidi urbani non differenziati; poi in contrada San Benedetto i militari del centro Anticrimine Natura hanno multato tre individui che avevano abbandonato vari rifiuti, identificati attraverso alcuni documenti rinvenuti all’interno dei cumuli di materiali abbandonati. A Linosa, a Pozzolana di Ponente, i carabinieri hanno scoperto e sequestrato una discarica abusiva estesa per circa 800 metri contenente un ingente quantitativo di rottami di vetture, cumuli di inerti, contenitori in ferro ed in plastica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.