mercoledì, Giugno 19, 2024
HomeCulturaAl Patafisico torna "Cena in casa Ubu", dove reale e surreale si...

Al Patafisico torna “Cena in casa Ubu”, dove reale e surreale si fondono in una cena innaffiata da buon vino

Una vera e propria cena luculliana e surreale dentro un set teatrale, dove a servire i commensali ci saranno strampalati camerieri, con incursioni di ospiti speciali, un maggiordomo d’eccezione e la tanto temuta famiglia Ubu ad accogliere nel migliore dei modi (forse) i propri ospiti. Al Piccolo Teatro Patafisico di via Gaetano La Loggia 5, tornano le “Cene in casa Ubu”, questa volta è il terzo capito della saga: venerdì 9, sabato 10, domenica 11, venerdì 16, sabato 17 e domenica 18 novembre 2018, alle ore 20.30 si mangia in allegria e a cuor leggero ma è sempre meglio guardarsi alle spalle… 

Prendendo a piene mani dalla realtà contemporanea il Patafisico propone un nuovo capitolo delle “Cene in casa Ubu” dove reale e surreale si fondono in una sorprendente cena innaffiata da buon vino. Le pietanze dall’antipasto al dolce saranno preparate dalle abili mani della Chef Cinzia Ciprì. È una produzione del Piccolo Teatro Patafisico per la regia Laura Scavuzzo e Rossella Pizzuto che vedrà in scena: Vito Bartucca, Salvino Calatabiano, Arianna D’Arpa, Fabrizio Saputo, Laura Scavuzzo e la speciale partecipazione di Marina Torre, le musiche sono di Gabriele Ajello e Giuseppe Schifani.
Questa la premessa: Il Gotha dei poteri forti ha destinato l’ingrato (o forse troppo grato) compito di salvare le sorti del paese dalla catastrofe democratica in cui rischia di cadere. A progettare una manovra per assumere il controllo politico saranno chiamati proprio i nostri ospiti, a cui verrà chiesto di scendere in campo al fianco di Padre Ubu, al fine di donare al nostro popolo un Sovrano potente e imponente. Siamo alla resa dei conti, amici cari, questa non è una riunione di partito, questo non è un comizio: «Questa è una domenica di famiglia, di comunione e di comunità, se siamo così forti avendo appena cominciato, figuriamoci quando avremo fatto tutto ciò che vogliamo fare!».

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -

ULTIME NEWS