Marsala. Il consigliere comunale Aldo Rodriquez propone di collocare nel territorio comunale una “Casa dell’Acqua”

287

“L’acqua è un bene primario e irrinunciabile per la salute dei cittadini, a cui tutti hanno diritto di accedere liberamente. Essa rappresenta una ricchezza che va tutelata e valorizzata. La tutela ambientale passa anche attraverso un intelligente utilizzo delle risorse idriche disponibili, che implica sensibili vantaggi in termini economici per i cittadini e minor produzione di rifiuti e inquinamento”. Con questa premessa, il consigliere comunale Aldo Rodriquez sottoscrive una mozione al fine di: “intraprendere una campagna informativa sull’utilizzo dell’acqua pubblica, che avrebbe il duplice vantaggio di ridurre in modo significativo la produzione di rifiuti da imballaggio, facendo risparmiare alle famiglie anche il costo di acquisto dell’acqua in bottiglia. A provvedere alla valutazione di fattibilità di una struttura di distribuzione dell’acqua naturale, gasata e refrigerata ( cosiddetta “Casa dell’acqua”), volta a fornire ai cittadini un punto di prelievo pubblico di acqua, dotandola di un regolamento d’uso e della necessaria opera di controllo sul suo corretto utilizzo”.

Il consigliere Rodriquez, inoltre precisa che: “Il beneficio principale di questa iniziativa è di disincentivare il consumo dell’acqua minerale in bottiglie di plastica, che hanno un grave impatto sull’ambiente in termini di smaltimento dei rifiuti sia in termini di inquinamento atmosferico da CO2 provocato dal trasporto su gomma, diventando di fatto acqua a “km zero”. I luoghi destinati alle “Case dell’acqua” possono diventare punti di aggregazione sociale, di incontro e di dialogo, allestendole in modo idoneo sia dal punto di vista costruttivo, ad esempio dotandole di panchine e tettoie, sia logistico, consentendo un facile accesso e un adeguato parcheggio, ponendo attenzione peraltro alla facilità d’uso, per esempio erogando i prelevamenti dell’acqua con la tessera sanitaria”.