Mazara, situazione critica nel Porto Canale: Mazaro esonda e danneggia il porticciolo turistico

fiume mazaro foto gds

Sono impressionanti le immagini del video inviatoci alla nostra redazione da un cittadino mazarese con la passione delle barche da diporto. Cesare Rustico, questo il nome del nostro lettore, ha girato un video nel circolo navale “Adina”, in prossimità  del piazzale “Giovan Battista Quinci” che sottolinea la drammatica situazione in cui si trovano adesso i pontili e le barche investite dalla piena del fiume Mazaro che ha trasportato fino alla foce i detriti “raccolti” lungo il suo corso.  La pioggia incessante di queste ore, inusuale certo per noi abituati piuttosto a lunghi periodi di siccità, ha le sue colpe ed è quasi naturale aspettarsi un’esondazione di un corso d’acqua. Una domanda però sorge spontanea: il mancato dragaggio dei fondali del porto canale ha influito sull’innalzamento del fiume? Ricordiamo ai lettori che il Porto non viene dragato da 40 anni, situazione che ad oggi impedisce l’attracco e il transito dei pescherecci a causa dei bassi fondali. La pioggia certo ci ha messo del suo ma l’incuria dell’uomo non è da meno

Tiziana Sferruggia