Mazara del Vallo. Cisl e Fai “subito i lavori di dragaggio del porto”

“Quello che è successo giorni fa al porto di Mazara del Vallo era prevedibile, non è possibile che progetti strategici e cruciali per un territorio e per un settore così importante come la pesca, restino ostaggio delle pastoie burocratiche, le istituzioni regionali procedano subito, in questa fase di emergenza, con tutti i passaggi necessari per avviare il dragaggio e la pulizia delle acque del porto-canale”. Cosi Leonardo La Piana segretario generale Cisl Palermo Trapani e Adolfo Scotti segretario Fai Cisl Palermo Trapani intervengono sulle polemiche legate al mancato dragaggio del porto di Mazara del Vallo, a causa del quale sono andate distrutte una trentina di imbarcazioni di pescatori della zona. “Ci auguriamo – proseguono – che entro pochi giorni, dopo l’impegno di occuparsi della vicenda assunto dalla Regione, si passi dalle parole ai fatti. I pescatori di Mazara che operano in un mercato globale molto difficile e competitivo, e i cittadini mazaresi, non possono di certo subire pure i danni dovuti ai mancati interventi nel porto, peraltro attesi da sette anni. Si intervenga subito”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.