Marsala: cambia la raccolta differenziata. Interesse e curiosità al primo incontro con la cittadinanza

179
Ieri pomeriggio, 13 Novembre, alle ore 18,00 si è tenuto il primo incontro con la cittadinanza per spiegare le nuove modalità della raccolta dei rifiuti. Cambiano i sistemi ma non la sostanza, a spiegarlo sono stati il Sindaco Alberto Di Girolamo, il Vicesindaco Agostino Licari e due responsabili della ditta vincitrice dell’appalto, Energetikambiente. “In alcuni versanti più distanti dal centro ci sarà un’isola ecologica mobile – ha detto il Vicesindaco Licari-. Vi sarà un operatore fino a mezzanotte e l’isola sarà videosorvegliata. Vi sarà un sistema di posizionamento con gps per sapere come viene reso il servizio, grazie a tale sistema è possibile raggiungere risultati nuovi e importanti. Vi sarà, inoltre un piano ad hoc perle attività commerciali. L’obiettivo è inquinare meno il nostro ambiente e risparmiare”. Corposa la spiegazione del nuovo sistema di raccolta fatta dal responsabile di Energetikambiene, Giovanni Picone, il quale ha iniziato l’intervento sottolineando il comportamento virtuoso della Città  tenuto negli ultimi anni, tanto da far scegliere la zona di Trapani e il cantiere di Marsala come il centro nevralgico per il Sud Italia. “Già da una settimana è partita la consegna dei nuovi mastelli. – Ha continuato Picone -.  DHL è il partner scelto per portare avanti questo progetto ambizioso e il corriere passerà due volte per ogni casa e laddove non dovesse trovare nessuno, sarà possibile ritirare il pacco presso la sede di energetikambiente in Contrada San Silvestro”.
Ogni contenitore avrà al proprio interno un sensore collegato ad una banca dati che associa questo all’utenza e quindi ad un dato codice fiscale. Si è ricordato che riciclare, oltre che un dovere civico, porterà anche una convenienza economica per chi lo farà nel modo corretto. Partendo dal “So di non sapere” di socratica memoria, l’incontro è stato un importante momento di ripasso delle regole generali del riciclaggio dei rifiuti. Tutti i dettagli sulla raccolta saranno scritti in un vademecum che verrà distribuito alla cittadinanza, nonché all’interno di una applicazione gratuita scaricabile da tutti nel proprio telefono cellulare. L’onore della tutela dell’ambiente e dell’applicazione di nuove tecnologie per raggiungere lo scopo, è inevitabile che abbia portato con sé i dubbi degli ascoltatori. Si è dato il via ad un acceso dibattito nel quale a prendere la parola sono stati  cittadini ma anche esponenti politici locali. Nel complesso la platea si è mostrata molto interessata alla questione, i relatori hanno provato a rispondere a quante più domande nella convinzione che, a proposito di riciclaggio, i dubbi dei cittadini meritino di essere ben riutilizzati. (Achille Sammartano)