Consiglio Comunale Marsala: approvato il regolamento per la valorizzazione e tutela delle aree urbane meritevoli di particolare protezione

192

Alla presenza di 20 consiglieri, la seduta dell’Assemblea civica svoltisi ieri a Palazzo VII Aprile è stata prima caratterizzata da diverse comunicazioni. Presenti gli assessori Anna Maria Angileri e Rino Passalacqua, il Consiglio comunale ha poi approvato – con voto unanime – il “Regolamento per la valorizzazione e la tutela delle aree urbane meritevoli di particolare protezione”, su cui aveva relazionato il comandante della Polizia municipale Michela Cupini.
La prima comunicazione è stata quella di Arturo Galfano. Ha manifestato la propria soddisfazione per l’inizio dei lavori di Porta Garibaldi, precisando che gli interventi sono stati voluti dal Consiglio. Ha sottolineato altresì l’ultimazione dei lavori nel parcheggio presso il Giardino d’infanzia, avanzando perplessità sulla qualità dell’aggregante utilizzato per la pavimentazione. Infine, ha segnalato che in via Dello Sbarco le chiome degli alberi occultano la luce pubblica notturna, causando pericolo e cadute dei passanti (sul punto, il presidente Sturiano comunica all’Aula che chiederà l’audizione di funzionario, dirigente e assessore competenti per conoscere la situazione del verde pubblico perchè è assente una vera programmazione degli interventi). Quale presidente della Commissione Decentramento e Servizi sociali, Letizia Arcara ha fatto riferimento alla riqualificazione delle periferie su cui si continuerà a lavorare grazie anche al contributo dell’assessore Angileri. Comunica, infine, che il prossimo 3 dicembre – giornata della disabilità – è intendimento della stessa Commissione attuare alcuni eventi sotto lo slogan “Noi siamo capaci”. Aldo Rodriquez riporta alcune segnalazioni di cittadini riguardo l’errata esposizione dei rifiuti, concludendo che occorre fare attenzione nell’emettere i verbali di contestazione in presenza di spazzatura contenente posta di persone che non risiedono più in quei domicili. Pino Milazzo ha sollevato il problema della circolazione veicolare a seguito della chiusura di via Mario Nuccio, che rende difficoltoso il raggiungimento di via Mazzini se non si inverte il senso di marcia della via F. Angileri. Ivan Gerardi ha manifestato il proprio disappunto per l’invio di richieste di pagamento di tributi a cittadini che hanno già effettuato i relativi versamenti: “L’Ufficio è inutilmente invaso dagli utenti, mentre basterebbe controllare le singole posizioni”. Ha avuto per tema la sicurezza, invece, la comunicazione di Rosanna Genna che chiede di conoscere quali siano gli interventi dell’Amministrazione, sollecitando altresì un tavolo tecnico con le Forze dell’Ordine (sul punto il presidente Sturiano, nell’assicurare il coinvolgimento di tutto il Consiglio, ha affermato che l’attenzione delle Autorità è sempre alta). Genna ha infine fatto riferimento alla carenza di controllo al cimitero: troppo permessi d’accesso con i veicoli; mentre i disabili hanno problemi di utilizzo del mezzo comunale interno per recarsi nei loculi. Giovanni Sinacori, nel ricordare che sono trascorsi due anni e mezzo dall’Accordo di Programma per il porto turistico di Marsala, sottolinea che da allora l’unico passo avanti è l’istituzione del Comitato di vigilanza. Ritiene che la presidenza debba chiedere allo stesso Comitato il cronoprogramma del progetto e capire quali saranno gli ulteriori passi (sulla questione, il presidente Sturiano ha affermato che promuoverà un dibattito pubblico perché la città non può rimanere ancora condizionata da questa situazione stagnante). Angelo Di Girolamo ha segnalato che in contrada cuore Gesù il semaforo è rimasto spento per cinque giorni e che in via Montenero Favara, la sede stradale è invasa dalle piante, con pericolo di incidenti. Infine, chiede alla presidenza di valutare il prelievo di due delibere riguardanti varianti urbanistiche giacenti da tempo all’odg. Nel condividere la richiesta, Enzo Sturiano elenca i punti sulla pianificazione territoriale da trattare alla presenza di amministratori e tecnici. Pertanto, ritiene utile fissare una seduta ad hoc per tali atti. Michele Gandolfo ha tenuto a precisare che il nuovo Piano Rifiuti è stato approvato dal Consiglio, le cui volontà devono essere rispettate altrimenti occorrerà denunciare la non coerenza del Piano (anche su questa tematica, il presidente Sturiano dichiara che terrà alta l’attenzione dei cittadini con sedute consiliari pubbliche). Flavio Coppola si è soffermato sull’oblio che è sceso sulla colmata del Lungomare, chiedendo se ci sia un progetto per finanziare la sistemazione di quell’area di degrado. Luigia Ingrassia è intervenuta ancora sul nuovo sistema di raccolta differenziata, auspicando un servizio migliore, fugando così dubbi e perplessità che in questi giorni avvertono un po’ tutti riguardo, ad esempio, agli ingombranti contenitori. Calogero Ferreri ha sottolineato la fatiscente segnaletica in via Roma, soprattutto con riguardo alla sosta a pagamento. Concluse le comunicazioni, è stato prelevato il punto relativo al “Regolamento per la valorizzazione e la tutela delle aree urbane meritevoli di particolare protezione”. L’illustrazione della dirigente Cupini ha chiarito i contenuti dell’atto che, in pratica, modifica il Regolamento della Polizia Urbana introducendo le nuove norme del Ministero dell’Interno. Il decreto Minniti, infatti, individua le zone ritenute meritevoli di tutela (in prossimità di alcune scuole, stazioni, monumenti storici, aree con flusso turistico, ecc.), evitando che lì si verifichino comportamenti che minano la sicurezza urbana e la vivibilità in quelle zone. In particolare, il Ministero fa riferimento all’ubriachezza molesta, agli atti contrari alla pubblica decenza ed ai parcheggiatori abusivi. Per questi trasgressori, che già violano il codice penale e quello della strada, viene previsto anche un ordine di allontanamento dal luogo che ha validità 48 ore. Il verbale, poi, potrà essere inoltrato alla Questura che – valutata la pericolosità sociale del trasgressore – potrà emanare un ulteriore provvedimento, il DAPLU (una sorta di DASPO urbano), che implica il “Divieto di Accesso a Particolari Luoghi” per un anno, rinnovabile. Nel successivo intervento, Ivan Gerardi ha riferito che la Commissione Affari Generali ha approfondito l’atto ed espresso parere favorevole. Seduta stante, presenta un emendamento che inserisce tra le zone sensibili anche il parcheggio a servizio dell’Ospedale “Paolo Borsellino”. Dopo l’ulteriore intervento di Sinacori (ha invitato a rivedere in tempi brevi l’intero Regolamento che risale al 1997), il Consiglio ha proceduto con le votazioni, approvando all’unanimità sia l’emendamento che il nuovo Regolamento di Polizia Urbana. Nel chiudere i lavori, il presidente Sturiano ha comunicato che a breve fisserà le date delle nuove sedute consiliari.