Ospedale Marsala: l’Unità OBI del Pronto Soccorso non è in funzione a causa della carenza di personale medico

405

Francesco Giurlanda (Direttore Sanitario): “Solo 9 medici a fronte dei 12 previsti, a cui si aggiungono quelli da destinare all’Unità OBI. Siamo in attesa dell’approvazione della nuova Rete Ospedaliera da parte della Regione”

Quattro anni fa, e precisamente nel mese di ottobre 2014, è stata inaugurata presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale “Paolo Borsellino” di Marsala l’Unità di Osservazione Breve Intensiva (O.B.I.). Si tratta di un mini reparto all’interno dell’unità operativa del Pronto Soccorso, composto da due stanze con relativi servizi igienici, che prevede la degenza temporanea di pazienti che necessitano di un approfondimento diagnostico, prima di essere collocati nel reparto ospedaliero più appropriato. L’obiettivo di questa nuova unità, inoltre, è quello di fornire un servizio di comfort per il paziente, così da supportare anche l’aspetto psicologico del degente. Questo servizio necessita però di personale medico ed infermieristico dedicato: minimo tre medici e cinque infermieri per coprire i turni. Ed è proprio questa la criticità che nel corso degli anni non ha consentito al locale nosocomio di mettere in funzione l’Unità di Osservazione Breve Intensiva.

Al Pronto Soccorso di Marsala, infatti, c’è una carenza di medici, così come reso noto più volte dal nostro giornale e così come confermato oggi stesso dal Direttore Sanitario Francesco Giurlanda, che abbiamo interpellato sulla questione. “C’è un numero inferiore di medici rispetto a quello previsto dalla pianta organica – ci ha confermato il dott. Giurlanda -. Solo nove medici su dodici previsti, con livelli di turnazione molto pesanti, ai quali si andrebbero ad aggiungere quelli previsti per l’OBI. Si tratta di una criticità più volte presa in considerazione dall’ASP e che riguarda non solo il presidio ospedaliero di Marsala, ma quelli dell’intera Regione Sicilia”.

Attualmente, al Pronto Soccorso, i pazienti che necessitano di ulteriori controlli ed esami sono posizionati su delle barelle all’interno della medicheria che si trova nella parte iniziale del Pronto Soccorso, per una migliore gestione da parte dei medici di turno. “E’ stata già presentata alla Regione Sicilia la proposta della nuova Rete Ospedaliera – ci spiega il Direttore Sanitario Giurlanda –, ma ancora non è stata definitivamente approvata. Ci auguriamo che a breve ci sia una riformulazione della pianta organica con la presenza di più medici nei turni del Pronto Soccorso. Un plauso va sicuramente ai nostri operatori che, con spirito di abnegazione, lavorano e affrontano le emergenze ospedaliere”.

Anche in altri reparti dell’Ospedale marsalese si registra una carenza di personale, tra cui il Reparto di Rianimazione (almeno secondo le segnalazioni di alcuni utenti), di cui presto ci accerteremo.