Droga, operazione “Dark Village”: 6 custodie cautelari ad Alcamo

I Carabinieri della Compagnia di Alcamo, al termine dell’operazione anticrimine “Dark Village”, hanno arrestato: il pluripregiudicato Emanuele Cataldo, di 35 anni, la moglie Francesca Palmeri, i suoi cugini Emanuele e Fabrizio Trupiano e Paolo Piazza. Accusati a vario titolo, di detenzione ai fini di spaccio, di sostanze stupefacenti, ricettazione ed evasione.

I provvedimenti sono stati emessi dall’Autorità Giudiziaria di Trapani su un gruppo di persone sospettate di aver organizzato una rete di spaccio di cocaina e marijuana con base al “villaggio regionale” di Alcamo.

Il dominus della rete di spaccio scoperta dai Carabinieri si è rivelato essere il pluripregiudicato alcamese Emanuele Cataldo, ritenuto responsabile dei reati di cessione di stupefacente, ricettazione e di evasione dagli arresti domiciliari.

Per i reati di detenzione e spaccio, in numerosi episodi ha visto coinvolta anche la moglie dello stesso, Francesca Palmeri di 46 anni, e i suoi cugini Emanuele e Fabrizio Trupiano, di 25 e 21 anni, mentre per la ricettazione, Paolo Piazza di 45 anni, perché trovato in possesso di due teloni in pvc di un gazebo rubato nel settembre 2017 in contrada Conza di Castellammare del Golfo.

A conclusione delle indagini, il Tribunale di Trapani ha disposto,la custodia cautelare in carcere per Emanuele CATALDO; l’obbligo di dimora nel comune di Alcamo per Francesca PALMERI, Emanuele TRUPIANO, Fabrizio TRUPIANO e PaoloPIAZZA; e l’obbligo di dimora nel comune di Palermo per Piero SAITTA di 35 anni.