“Ma com’è dura la salita, in gioco c’è la vita”. Trapani al 99° posto per qualità della vita tra le Province italiane

222
Bolzano è la Provincia in cui si vive meglio, Vibo Valentia la peggiore in assoluto. A dirlo è l’indagine sulla qualità della vita delle città e delle province italiane, realizzata da Italia Oggi, in collaborazione con l’Università La Sapienza di Roma. Alla Provincia di Trapani è stato dato il 99° posto, una crescita di undici posizioni rispetto all’anno passato che la vedeva al 110° posto. In Sicilia a classificarsi peggio di noi, Catania (109°), Siracusa(107°), Palermo(106°) e Agrigento (101°).
Nell’insieme, in Italia si vive un po’ meglio: nel 2018 sono infatti 59 su 110 le province in cui la qualità della vita è risultata buona o accettabile, rispetto alle 56 del 2016 e del 2017: si tratta del migliore dato registrato negli ultimi cinque anni. Stabile la situazione del Nord Ovest e del Mezzogiorno, in netto miglioramento quella del Nord Est e del Centro. La classifica è stata stilata tenendo conto di 9 parametri: affari e lavoro, ambiente, criminalità, disagio sociale e personale, popolazione, servizi finanziari e scolastici, sistema salute, tempo libero e tenore di vita. Gli indicatori presi in considerazione sono stati 84. Per ciò che riguarda la Provincia di Trapani, il dato di crescita sembra andare in controtendenza con quelli che sono i numeri dello sviluppo turistico, il quale, insieme all’aeroporto di Trapani-Birgi, quest’anno sembra non decollare con prenotazioni in decrescita e prezzi medi per notte sempre più bassi. Insomma, se a Trapani si vive meglio rispetto all’anno scorso, ci si sente un pò più soli. Una cosa consola, non è che i turisti vadano via, non arrivano proprio. Occhio non vede cuore non duole. (Achille Sammartano)