Liceo Scientifico Marsala: scoppia il caso in Consiglio Comunale

212

Già ieri abbiamo trattato della annosa situazione in cui versa il Liceo Scientifico di Marsala (leggi qui) con un’intervista fatta direttamente alla preside, Fiorella Florio. Nuovi risvolti ci sono stati nel pomeriggio di ieri, 22 Novembre 2018, durante la seduta del Consiglio Comunale. Il Consigliere Sinacori ha presentato, in merito alla questione, una mozione con carattere d’urgenza firmata da tutti i rappresentanti dell’assemblea consiliare presenti (infatti soltanto due erano le firme mancanti causa assenza dei consiglieri), per richiedere la convocazione di un tavolo tecnico che possa trovare, in breve tempo, soluzioni adeguate al problema. La mozione è stata approvata all’unanimità e, come sottolineato dal Presidente Sturiano, ciò consentirà una maggiore carica istituzionale nelle richieste che verranno presentate alla Provincia durante l’incontro programmato per questa mattina.

“La cosa mi preme come docente e formatrice e vorrei dire ai giovani che le cose non si fanno per forzatura e bisogno. -Ha detto in un suo intervento il Consigliere Luigia Ingrassia-  Già c’era stato modo di discutere della questione chiedendo alla amministrazione di sostituirsi alla provincia cercando una soluzione che possa scongiurare il doppio turno che non è solamente un disagio temporale ma ai fini della didattica e della metodologia è assolutamente gravoso. Il Liceo Scientifico è frequentato anche da ragazzi che vengono dalle Città limitrofe a Marsala, quindi questo sarebbe un disagio che porterebbe gravi difficoltà ad una intera comunità. Già avevamo chiesto se fossero disponibili i locali del Crimi o di Via Rubino. Ottimale sarebbe, capendo le ingenti spese per l’amministrazione, che a pagare queste cose fosse la Provincia”.

Si sono registrano anche gli interventi dei consiglieri Coppola e Licari, che trattano l’argomento non soltanto in quanto rappresentanti di una carica comunale, ma anche in quanto genitori direttamente coinvolti dalle difficoltà logistiche. ” E’ vero che il Liceo Scientifico abbia dei problemi strutturali, ma è anche vero che è assurdo che chi sia preposto a  fare della programmazione non pensi a tali problemi e se ne accorga a metà ano scolastico portando tutte queste difficoltà alle famiglie” –  ha sottolineato Coppola.

Il Sindaco Di Girolamo ha voluto sottolineare che: ” quello che sta succedendo è abbastanza grave, condivido quello che ha detto il Consigliere Coppola sul fatto che certe cose andrebbero programmate un pò meglio. Si cercherà comunque di trovare una soluzione che non sia quella di dislocare eccessivamente le classi. Ma parlerò anche con l’Assessore regionale, perché alcune competenze vanno anche alla Regione che non può scaricare sugli altri tutti i problemi”.  

(Achille Sammartano)