Marsala. Sbocco a mare delle acque reflue nella zona del porticciolo turistico: tombini che saltano, marciapiedi rotti e alghe che si riversano per strada

336

Un’altra giornata di pioggia a Marsala e nella zona del porticciolo turistico, di fronte lo stabilimento Florio, fuoriescono
dalle tubazioni delle acque reflue le alghe che invadono la strada. Ciò avviene regolarmente, ogni qual volta si verifica una pioggia intensa.

Ma torniamo indietro nel tempo e ricostruiamo i fatti. Circa sei anni fa, lungo la via Salemi a Marsala, furono appaltati dal Comune, e quindi realizzate, delle caditoie per la raccolta delle acque piovane. Queste, di conseguenza, confluiscono in una conduttura che, attraversando la via Lipari e passando sotto l’aiuola del chiosco/bar che si trova nella parte laterale del porticciolo turistico, sfociano a mare con una imboccatura da 120 cm di diametro.

Ebbene, evidentemente c’è qualcosa che non funziona come dovrebbe. Questa mattina, come testimoniano le foto da noi scattate e il video, puntualmente è fuoriuscita l’acqua della condotta, riversando le alghe in strada. In pratica, a causa delle correnti marine, l’acqua della condotta non riesce ad uscire perché spinta verso l’interno. Il risultato è evidente: salta il tombino vicino al chiosco e fuoriesce l’acqua piovana, che a sua volta rientra da un tombino adiacente, per poi riuscire nuovamente da una spaccatura del marciapiede, come in un circolo vizioso. Nel frattempo, le alghe si depositano lungo l’asfalto, tra l’aiuola e il rifornimento di benzina che insiste nella zona.

Come abbiamo detto prima, evidentemente, forse nella progettazione o nella manutenzione della condotta, qualcosa non va.