Muore motociclista travolto da un’auto: era stato coinvolto nell’inchiesta della “Uno Bianca”

Giorgio Navarra, palermitano, è morto in un incidente stradale mentre si trovava in sella al suo scooter Honda a Bologna. Navarra aveva 49 anni e negli anni’90 era stato sospettato di aver fatto parte della terribile banda di criminali che ha insanguinato l’Emilia Romagna. Navarra, inizialmente incriminato per aver fatto parte della banda della Uno bianca, venne in seguito scagionato da questa pesante accusa.

Appena diciannovenne, nel 1988, Navarara venne arrestato per aver messo a segno un furto in una banca di Modena. Assieme ad un complice si era calato dal tetto della banca, aveva fatto un buco nella cassaforte ma nel frattempo era arrivata la polizia che lo aveva arrestato. Uscito dal carcere, aveva messo a segno altri furti e altre rapine sempre in zona. Nel 1992, era stato accusato di aver fatto parte della banda guidata dall’ex parà Damiano Bechis ma ne era uscito “pulito”.

Giorgio Navarra è morto ieri dopo essersi scontrato con una Fiat Uno guidata da una giovane donna che dopo averlo urtato, lo ha trascinato per diversi metri fino allo schianto finale con la pensilina di un autobus.

 Trasportato in ospedale, Navarra è morto per le gravi ferite riportate nell’incidente. Navarra lascia moglie e 2 figli.

La sua vita è stata costellata da fughe e da permanenze in carcere. L’ultima volta era stato arrestato 3 anni fa dopo un colpo in una banca di Casalecchio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.