Multa a PeopleFly: ecco la replica dell’imprenditore Andrea Caldart in esclusiva per il nostro giornale

Andrea Caldart

Abbiamo pubblicato proprio stamattina la notizia della multa di 50 mila euro piombata addosso alla PeopleFly la compagnia aerea accusata di aver venduto biglietti inesistenti ai viaggiatori (leggi qui) 

L’imprenditore Andrea Caldart (leggi qui) già intervistato dalla nostra testata giornalistica, sollecitato a replicare all’articolo pubblicato dal nostro giornale che lo aveva attinto dalla fonte “Travelnostop”, ha inviato alla nostra mail redazionale la lettera che abbiamo di seguito pubblicato per rispondere alle accuse che vengono rivolte alla PeolpleFly di cui è il referente. in esclusiva per il nostro giornale ecco la pronta replica di Caldart:

“Il vero danno è stato fatto alla nostra società da coloro che non hanno mantenuto gli accordi e i nostri avvocati hanno già avuto il pieno mandato e stiamo seguendo il percorso legale per dimostrare la nostra verità e onestà, ma come sempre accade, in questi casi, la verità verrà dopo e non farà lo stesso rumore di adesso.

Non sono abituato a commentare le sentenze, le ricevo, le elaboro e verificavo con il mio pool di avvocati prima di esprimere i miei pensieri finali.è giusto che questa Autorità di controllo esista, ma fatico a capire perché, ad esempio, come mai la stessa AGCM non abbia ancora risposto alla nostra richiesta avanzata il 2 ° agosto 2018 in merito alla nostra seconda vittoria nel Consiglio di Stato contro Alitalia e la Regione Sardegna, sulla questione del libero mercato come in sentenza Del Consiglio di Stato dal punto 7.

Desidero anche poter sottolineare che stiamo arrivando al 100% dell’ultima parte mancante dei rimborsi nel rispetto delle regole con la tempistica corretta anche perché la mia azienda sta combattendo per il libero mercato e quindi non riceve contributi pubblici che sono l’elemento naturale che per anni ha distorto questo settore. Posso solo esprimere l’amarezza del lavorare in un paese che è forte con i deboli e debole con i forti, in quanto ho visto migliaia di voli cancellati quest’estate e vorrò sapere se è stato riservato lo stesso trattamento che abbiamo subito noi.
E’ nostro interesse quello di poter lavorare nel vostro territorio e, in questo momento, siamo concentrati sulla trasformazione dell’azienda da broker a compagnia aerea;  allo stesso tempo, pochi giorni fa abbiamo chiesto con pec, sia alla CUC Trinakria Sud, che al Comune di Comiso e di Marsala, quali siano le modalità per partecipare all’assegnazione diretta dei lotti rimasti disponibili e siamo in attesa di risposta delle modalità.”

Andrea Caldart

Ceo & Founder

PeopleFly Srl