“Soluzione immediata per i locali del Liceo scientifico Ruggieri di Marsala”: la nota della Commissione “Pubblica Istruzione”

226

Il Presidente della II Commissione Consiliare“Pubblica Istruzione, Edilizia Scolastica e Politiche Giovanili”, Luigia Ingrassia, e i componenti (Ferrantelli Nicoletta, Arcara Letizia, Alagna Walter, Coppola  L.Alessandro, Ferreri Calogero, Galfano Arturo, Meo Agata Federica, Milazzo Eleonora, Nuccio Daniele, Piccione Giuseppa) attraverso una nota inviata alla stampa manifestano preoccupazione relativamente al disagio che vivono centinaia di studenti del Liceo Scientifico “Ruggieri” di Marsala, che rischiano di iniziare a breve i doppi turni per poter continuare il regolare svolgimento delle lezioni.

“Una soluzione del genere comporterebbe gravi difficoltà all’intera comunità scolastica – scrivono i consiglieri comunali -,non solo dal punto di vista logistico, data la particolare struttura territoriale della Città di Marsala ma anche e soprattutto per la crescita formativa dei ragazzi. Molti di loro infatti si trovano impegnati nell’orario pomeridiano  in varie attività, ludiche,sportive, di alternanza scuola-lavoro e di preparazione ai corsi universitari”.

Con queste parole, i componenti della Commissione esortano le Istituzioni competenti ad intraprendere ogni azione utile al fine di trovare una tempestiva soluzione al problema e garantire il diritto allo studio alla popolazione scolastica.

“Le Istituzioni che rappresentiamo e la stessa comunità scolastica – scrivono nella nota ufficiale -, per  quanto di loro competenza, hanno intrapreso tutte le azioni possibili al fine di trovare concrete soluzioni. L’annosa problematica che oggi ci troviamo ad affrontare, legata alla mancata pianificazione relativamente all’edilizia scolastica in Provincia di Trapani e la mancanza di un piano organico di ottimizzazione e razionalizzazione del patrimonio immobiliare, si manifesta oggi in tutta la sua gravità. Il diritto allo studio deve venire prima di tutto. Le Istituzioni non possono non ascoltare le istanze che giungono da buona parte degli istituti scolastici che hanno vissuto e vivono i medesimi disagi. Questo inevitabilmente avrebbe delle importanti ricadute sul futuro dei ragazzi e sulla formazione delle nuove generazioni alle quali affidiamo il futuro del nostro Paese”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.