Calcio a 5: Marsala Futsal – Palermo 6-6

Finisce 6 a 6 a Marsala il match tra il Marsala Futsal ed il Palermo  Calcio a 5, valida per la 14esima giornata del campionato di serie C1 di calcio a cinque. Rocambolesco e avvincente finale di partita dove dall’una e dall’altra parte sono state realizzate ben cinque reti nell’arco degli ultimi dieci minuti. Un susseguirsi di emozioni con sorpassi e contro sorpassi che alla fine lasciano entrambi le formazioni deluse.
Un pareggio giusto per quello che hanno offerto le due compagini per tutto l’arco del match con un Marsala troppo altalenante, partito bene poi calato e poi ancora travolgente nella parte finale. Il Marsala Futsal ha fatto leva sulla gran partita di Pellegrino, autore di ben quattro reti ma sfortunato anche nel perdere nel corso gara il giovane Foderà per infortunio, sceso in campo con un buon piglio, il quale era anche riuscito a realizzare il goal del 3 a 1 nel primo tempo. In classifica non cambia tanto, visto che dalla terza all’ottava posizione tutte le squadre hanno pareggiato tra cui anche la battistrada Pro Nissa che a Monreale non è andata oltre al cinque pari. Il Marsala resta quinto con 21 punti all’attivo e sabato prossimo andrà a far visita all’Atletico Campobello, attualmente quarto con 28 punti.

Il tabellino della gara
Marsala Futsal: Vaiana, Cusumano, Costigliola, Anteri, Pizzo, 
Pellegrino, Farina, Foderà, Milazzo, Burzotta, Trotta, Perrella. 
Allenatore Enzo Bruno;
Palermo calcio a 5: Gabriele Di Maria, Patrick Aggrey, Mannino, Mineo, 
Molinaro, Fava, Messeri, Mallia, Tuzzolino, Rizzuto, Pisani. Allenatore 
Natale Gentile.
Arbitri della gara: Andrea Salvatore Calì della sezione di Caltanissetta 
e Giuseppe Caico della sezione di Agrigento
Marcatori: 8’ Mannino (P), 13’, 14’, 53’ e  60’ Pellegrino (M), 21’ 
Foderà (M), 29’ autorete Farina (P), 41’ e 52’ Messeri (P), 47’ e 60’ +3 
  Molinaro (P), 55’ Pizzo (M);
Ammoniti: 45’ Dimaria (P), 51’ Mineo (P), 60’ Pellegrino (M);

Ad inizio partita il capitano del Marsala, Daniele Trotta, ha consegnato 
ufficialmente alla propria dirigenza, nella persona di Francesco Peloso, 
la targa del secondo posto in Coppa Italia, ricevuta dagli organi 
federali dopo la finalissima persa a Caltanissetta la settimana scorsa, 
ad opera della Pro Nissa. Non era di certo la coppa ma la società ha 
voluto ugualmente evidenziare questo traguardo che rappresenta il più 
alto mai raggiunto nella storia della formazione lilibetana.  Il tutto 
assume un valore aggiunto perché ottenuto con ragazzi del territorio e 
che sono riusciti ad arrivare secondi in una competizione che ha 
coinvolto tutte le 28 squadre che compongono l’organico della serie C1