La cultura antidoto contro la deriva: lettera aperta di Vittorio Alfieri

Caro direttore,

approfitto nuovamente della sua ospitalità per partecipare alla vita culturale della città anche  esprimendo il mio logos con la penna

( veramente la tastiera). Per un uomo nelle mie condizioni è anche terapeutico. Ritengo la cultura nella sua totalita’, cinema,teatro, pittura, filosofia letteraria, architettura, informazione e istruzione,

l’ancora di salvezza della nostra civiltà.

Civiltà che ha avuto  notevoli “pater” e “mater” nobili,  Vittorio De Sica Sofocle,  Giotto, Socrate, Grazia Deledda, Michelangelo, Biagi  e Maria Montessori. Aiutiamo noi cittadini e le istituzioni nella crescita delle nuove generazioni (ma anche le altre) ad “abbracciare” questa ancora. Cara Nazione raccogliamo la figlia “bandita”. Anch’essa necessita di nutrizione e ci nutrira’ a sua volta.   
Grazie a tutti i giornali locali e non, le Associazioni culturali e la Scuola che la divulgano. Sono, siete, “baluardi” contro la deriva. 
Grazie un saluto e ad maiora semper


Vittorio Alfieri