A Trapani due incontri con il sociologo Stefano Allievi, per capire i numeri delle migrazioni

150

Giovedì 7 febbraio (ore 11.30), gli studenti dell’I.I.S. Liceo Fardella – Ximenes di Trapani incontrano Stefano Allievi, professore ordinario di Sociologia all’Università di Padova e autore di numerosi libri sull’immigrazione. Si tratta del primo degli appuntamenti nelle scuole della provincia di Trapani per il progetto 5 GRANDI INCONTRI PER 5 GRANDI SCUOLE, promosso dall’Associazione 38° parallelo, da la testata giornalistica TP24 e Treccani Cultura con il patrocinio del Consorzio Trapanese per la Legalità e lo Sviluppo, che coinvolgerà i giovani dai 14 ai 18 anni in un confronto su temi d’attualità, dando loro la possibilità di incontrare ogni volta un testimone d’eccezione, e confrontarsi con lui. Dal momento che gli incontri del progetto sono pensati per la popolazione scolastica, 38° parallelo ha fatto in modo di allargare la possibilità di confronto ai cittadini, organizzando nella stessa giornata di giovedì 7 febbraio (ore 18.30) un secondo incontro con Stefano Allievi, potendo contare sulla collaborazione dell’Azienda Nino Castiglione che aprirà le porte della sua sede, in Contrada Cusumano a Erice (TP), per accogliere i cittadini in un incontro con l’autore a ingresso gratuito. Si tratta della conferma che il problema immigrazione è reale e va compreso nei suoi molteplici aspetti. Secondo i dati del «Forum economico mondiale» in Italia la percezione degli immigrati è molto più negativa della media europea. Per comprendere il fenomeno, bisogna partire con le analisi delle ragioni per cui si migra e dei numeri sulla mobilità globale, perché quando le cose si fanno più chiare intimoriscono meno. “E’ necessario lavorare sulle cause delle migrazioni, sugli equilibri e gli squilibri globali, sulle ingiustizie planetarie. In una logica di scambio”, afferma Allievi nel suo ultimo saggio 5 cose che dovremmo tutti sapere sull’immigrazione (e una da fare), pubblicato da Editori Laterza. Dati alla mano, sia nel confronto con gli studenti che, più tardi, nell’incontro con i cittadini Stefano Allievi affronterà un argomento di grande attualità e sentito interesse, fornendo una riflessione critica onesta sugli interrogativi che le migrazioni attuali portano con sé: perché ci muoviamo? perché si muovono loro? perché arrivano in questo modo? perché proprio qui? E per fare cosa? Grazie alla sua capacità divulgativa, il pubblico sarà coinvolto e vedrà mano a mano sgomberato il campo da false percezioni, pregiudizi e fake news. Stefano Allievi – una presentazione Stefano Allievi è professore di Sociologia e direttore del Master sull’Islam in Europa presso l’Università di Padova. Si occupa di migrazioni in Europa e analisi del cambiamento culturale e del pluralismo religioso, temi sui quali ha condotto ricerche in Italia e all’estero. È membro del Consiglio per le relazioni con l’Islam italiano presso il Ministero dell’Interno. Tra le sue pubblicazioni, La guerra delle moschee (Marsilio 2010),Conversioni: verso un nuovo modo di credere? Europa, pluralismo, islam (Guida 2016), Il burkini come metafora. Conflitti simbolici sull’islam in Europa (Castelvecchi 2017) e Immigrazione. Cambiare Tutto (Editori Laterza).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.