Castelvetrano, sequestrati un milione e mezzo di beni ai gioiellieri Geraci. Due arresti, 13 indagati

Alle prime ore dell’alba, Finanzieri e Carabinieri hanno tratto in arresto in esecuzione del provvedimento di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emesso dal GIP del Tribunale di Marsala, su richiesta della locale Procura della Repubblica: Tommaso Geraci, classe 54, gioielliere di Castelvetrano, ed il figlio Antonino Geraci classe 82, anch’egli gioielliere.

Oltre all’arresto, i due indagati sono stati destinatari anche di un ingente sequestro beni. I Geraci sono indagati per il reato di riciclaggio e impiego di denaro, beni e utilità di provenienza illecita oltre che per false fatturazioni con conseguenziale evasione d’imposta. Le indagini di Carabinieri e Finanzieri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Marsala, hanno permesso di svelare l’esistenza di una diffusa e penetrante attività illecita, volta al riciclaggio e al reimpiego di notevoli quantità di oro di provenienza illecita. Indagate anche altre 13 persone.