Morto suicida il figlio del boss pentito Siino: aveva litigato con la moglie

Angelo Siino

Giuseppe Siino, 47 anni, figlio del boss pentito Angelo, si è suicidato ieri, nella propria casa, sparandosi un colpo alla tempia con una pistola. Giuseppe Siino abitava con la moglie e il figlio piccolo a San Michele delle Abbadesse, in provincia di Padova dove si era trasferito dopo il pentimento del padre soprannominato “il ministro dei Lavori pubblici”.

Siino aveva litigato violentemente con la moglie ieri. Il loro era un matrimonio difficile fatto di violenze e di botte subite dalla moglie, la quale, proprio ieri, aveva deciso di denunciarlo ai carabinieri. Ha preso il figlio di 4 anni ed è andata a chiedere aiuto ad un vicino di casa. Quando quest’ultimo è entrato nella casa di Siino lo ha trovato morto. Si era appena sparato in testa.

Al loro arrivo nell’abitazione i carabinieri hanno constatato il suicidio dell’uomo. La pistola era regolarmente detenuta dalla moglie.