Migranti nave Diciotti chiedono risarcimento allo Stato: in 41 hanno fatto ricorso

Quarantuno migranti, tra cui un minore, che erano a bordo della nave “Ubaldo Diciotti ” lo scorso agosto, ora chiedono al premier Giuseppe Conte e al ministro dell’Interno Matteo Salvini un risarcimento che oscilla tra i 42mila e i 71mila euro. Questi migranti hanno presentato ricorso al tribunale civile di Roma per chiedere al governo italiano un risarcimento per essere stati costretti a rimanere a bordo diversi giorni.

Dei 41 migranti che si sono rivolti allo studio legale, dicono ancora le fonti del Viminale, 16 risultano essere nati l’1 gennaio di quest’anno.