Targhe estere per non pagare bollo e assicurazione: sequestrate auto ai “furbetti”

Proficua operazione anti furbetti quella messa a segno dalla Guardia di finanza di Patti in provincia di Messina. I finanzieri hanno sequestrato 6 auto, tutte di grossa cilindrata che avevano una targa estera, ovvero risultavano immatricolate fuori dall’Italia.

Gli automobilisti sorpresi alla guida delle auto sequestrate sono risultati tutti residenti in Italia, malgrado l’automobile risultasse intestata ad un’altra persone residente in un Paese estero. Tutto questo per risparmiare illecitamente sul costo del bollo, delle spese di assicurazione e sottrarsi a multe e sanzioni per violazioni del codice della Strada. Questo stratagemma può essere anche un modo per nascondere una proprietà, nascondere la reale capacità economica di un soggetto e rendere, quindi, più difficoltoso il servizio dell’amministrazione finanziaria volto a far emergere le forme illecite di guadagno e di impiego di denaro. Q

Tra le vetture sequestrate dalla Guardia di Finanza di Patti figurano un’Audi A1 ed un fuoristrada Mitsubishi Pajero.