Tragedia di Acireale: recuperato il corpo della ragazza

E’ stato recuperato in mare il corpo della giovane Margherita Quattrocchi dispersa ieri insieme al suo fidanzato Enrico Cordella e all’amico Lorenzo D’Agata. L’auto, una Panda verde, sulla quale i tre si trovavano era parcheggiata sul molo del porticciolo di Santa Margherita La Scala, vicino Acireale. I tre giovani dopo ave rpreso un caffè al bar vicino si erano messi in auto ad osservare il mare mosso quando un’onda anomala ha tirato giù, nelle acque tempestose, la Panda.
Il cadavere della ragazza era stato avvistato dall’equipaggio di un elicottero in mare aperto e poi recuperato da una motovedetta della Guardia Costiera di Catania intervenuta sul luogo. Continuano le ricerche dell’ultimo disperso dato che il corpo di uno dei 2 ragazzi era stato già recuperato stamattina ma non si conosce ancora la sua identità.

Il primo cadavere era stato avvistato dall’equipaggio di un elicottero del secondo nucleo aereo della Guardia Costiera di Catania, a un miglio e mezzo a sud di Santa Maria la Scala, in località Santa Maria delle Grazie.

Sono entrati in azione anche i sommozzatori dei vigili del fuoco, nonostante il mare sia ancora mosso, mentre loro colleghi, da terra, stanno controllando la zona con l’ausilio dei droni.

All’alba erano stati ritrovati il paraurti dell’auto con la targa e il portafogli di uno dei tre giovani dispersi. In un secondo momento è stata ritrovata anche l’auto. La tragedia sarebbe stata notata da un testimone che ha lanciato l’allarme.