Un restauro lungo 8 anni: riapre il Duomo di Agrigento

Foto G. Briuccia

 W San Gerlando. Finalmente il Santo Patrono della città di Agrigento torna ad essere celebrato nella Sua dimora. Dopo 8 anni di restauro riapre le porte il Duomo della città e riaccoglie i fedeli che finalmente sono tornati ad affollare la Cattedrale chiusa per inagibilità a causa dello scivolamento del colle sottostante reso fragile dal dissesto idrogeologico. Servono però ancora 200 mila euro per completare la ristrutturazione del Duomo.

Foto G.Briuccia

“La cattedrale è ancora una mamma ammalata – ha detto a gran voce durante l’omelia dell’inaugurazione il cardinale Francesco Montenegro- riaverla oggi significa che è uscita almeno dal coma. In questi anni – ha aggiunto rivolgendosi alla politica – la speranza sembrava spegnersi a causa di insincere parole e di finte promesse, oggi però rientriamo finalmente nella nostra cattedrale”

La cattedrale è stata messa in sicurezza con 17 catene d’acciaio per scongiurare lo slittamento.

Foto G.Briuccia

“I lavori non sono completati, si deve ultimare la messa in sicurezza dell’edificio e poi dovrebbe iniziare il rinsaldamento della collina e infine ci vorrà il restauro finale dell’ edificio” . Con queste parole il cardinale Montenegro ha commentato la riapertura del Duomo.

All’interno del Duomo si trova anche la statua della Madonna del Gagini, preziosa testimonianza di Fede.

Foto G.Briuccia

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.