Associazione caduti mafia: “Rivedere la normativa sulle misure interdittive antimafia”

70
Rocco Greco

“Dopo il suicidio dell’imprenditore di Gela, Riccardo Greco, occorre rivedere le norme che regolano le interdittive antimafia”. A sostenerlo sono il presidente dell’Associazione Caduti nella lotta contro la mafia, Carmine Mancuso, e il segretario Andrea Piazza, secondo i quali è necessaria grande trasparenza in questo delicatissimo settore, che è spesso permeato dalla criminalità organizzata, coinvolgendo la magistratura.

“E’ necessario al fine di garantire – hanno aggiunto Mancuso e Piazza – la legittimità dell’atto che nel procedimento venga coinvolta la magistratura penale. Ciò eviterebbe che l’interdittiva antimafia venga impugnata da parte delle imprese eventualmente coinvolte”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.