domenica, Dicembre 4, 2022
HomeCronacaMarsala, al via il "Progetto Teatrabile": un'opportunità per i ragazzi disabili

Marsala, al via il “Progetto Teatrabile”: un’opportunità per i ragazzi disabili

Parte in questi giorni a Marsala la realizzazione di un importante progetto teatrale, denominato “TEATRABILE” destinato all’inserimento dei giovani disabili in contesti culturali e creativi per smarcarli dall’ambiente domestico.

Tutto nasce da un’iniziativa dell’avvocato Diego Maggio, ex dirigente della Provincia, che ha deciso di destinare delle somme ricavate dai regali ricevuti in occasione del suo pensionamento in beneficenza per attuare progetti in ambito sociale. Il progetto verrà realizzato oltre che dall’avvocato, da tre diverse associazioni nel territorio:  ABILMENTE UNITI, Associazione di famiglie con figli disabili di Mazara del Vallo, l’Associazione L’AQUILONE E IL MELOGRANO, formata da volontari marsalesi rappresentati da Matteo Pellegrino e SKENE’, Associazione teatrale, guidata dall’attore regista Massimo Licari. Grazie a questa unione si è riuscito in poco tempo ad organizzare un progetto che mette in risalto le figure dei ragazzi diversamente abili i quali con la loro performance sono riusciti a diventare i veri protagonisti del palcoscenico,  riuscendo ad emozionare la platea presente  e trasformando un momento ludico in una vera e propria attività teatrale. Il progetto si pone come obiettivo generale quello di creare attività che offrono opportunità socializzanti e riabilitative. L’esperienza artistico teatrale sarà fondamentale per i ragazzi disabili al fine di favorirne il benessere relazionale con la possibilità di fruire in un canale motorio-espressivo che consenta loro di acquisire una maggiore consapevolezza della propria identità corpora ed emotiva con emozioni positive di gioia, condivisione e collaborazione. Il tutto sarà associato con attività di tipo motorio come il ballo ed esercizi di linguaggio espressivo come le tecniche di interpretazione e improvvisazione. Tali attività verranno realizzate tenendo conto delle diverse capacità individuali dei partecipanti.Inoltre il progetto prevede una collaborazione, un confronto ed uno scambio con le varie attività presenti sul territorio: scuole, enti ed associazioni culturali.Infine la caratteristica del progetto è quella di essere aperti ad ospitare studenti ed insegnanti che vogliono confrontarsi con tale realtà, perchè l’obiettivo principale che si pone questo progetto è la realizzazione dell’inclusione sociale dei ragazzi speciali che non devono più rimanere nell’ombra ma gridare a gran voce che loro ci sono e che sono parte integrante della società.Si ringrazia il Centro di Spiritualità Salesiana nella persona di Don Angelo Grasso per aver messo a disposizione i locali per il laboratorio e il teatro per la realizzazione del progetto.

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments