Operazione “Scrigno”, il plauso del Sindaco alle forze dell’ordine

8

Giacalone: “Emerge un quadro inquietante di un sistema politico locale fortemente inquinato e radicato”

“Esprimo apprezzamento per il lavoro svolto dalle forze dell’ordine e dalla magistratura per l’operazione Scrigno, che ha portato all’arresto stamane di Paolo Ruggirello e di altri politici locali per voto di scambio e associazione mafiosa. La scorsa settimana un’altra vicenda di voto di scambio e mafia che riguardava altri politici locali. E quella precedente ancora arresti per corruzione e appalti. Emerge un quadro inquietante di un sistema politico locale fortemente inquinato e radicato. Fatto di silenzi, complicità e compiacenze. C’è da chiedersi come si sentiranno coloro che si sono fatti sostenere ed eleggere da tutta questa gente, quelli che li hanno accolti nei loro partiti, nei loro comitati elettorali e nelle loro amministrazioni. Facile aspettarsi che se ne staranno zitti e muti, come ogni volta del resto. Mentre chi non si è mai allineato a questo sistema ne subisce ogni giorno la ferocia e la spietatezza. Oggi più che mai, perciò, i cittadini devono avere memoria e rendersi conto che non può essere solo la magistratura a fare pulizia. Questo sistema si distrugge combattendolo a ogni livello. Ma soprattutto negli appuntamenti elettorali e dentro i partiti”.

Lo dichiara il Sindaco di Petrosino, Gaspare Giacalone, a seguito dell’operazione antimafia “Scrigno” condotta, la notte scorsa, dai Carabinieri del Comando Provinciale di Trapani e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.