Sebastiano Tusa morto nell’incidente aereo in Etiopia

L’assessore regionale ai Beni Culturali, Sebastiano Tusa, archeologo di prestigio e di chiara fama internazionale è morto nell’incidente aereo accaduto OGGI DOMENICA 10 MARZO, in tarda mattinata. L’aereo della compagnia aerea Ethiopian Airlines è precipitato dopo appena 6 minuti di volo mentre stava attraversando il cielo fra Addis Abeba e la capitale del Kenia, Nairobi.

A darne conferma anche quanto appena dichiarato dal presidente della regione Siciliana, Nello Musumeci che in una nota ha dichiarato :
Ho appena ricevuto la conferma ufficiale dell’Unità di crisi del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale: l’assessore Sebastiano Tusa era sull’aereo precipitato in #Etiopia. Sono distrutto. È una tragedia terribile, alla quale non riesco ancora a  credere: rimango ammutolito. Perdo un amico, un lavoratore instancabile, un assessore di grande capacità ed equilibrio, che stava andando in Kenya per lavoro. Un uomo onesto e perbene, che amava la #Sicilia come pochi. Un indimenticabile protagonista delle migliori politiche culturali dell’Isola”.

Sull’aereo, insieme a Tusa, viaggiavano anche altre 157 persone, tutte morte nel disastro aereo di oggi. Contrariamente a quanto scritto da qualche testata giornalistica, non è morta la moglie dell’assessore regionale, la dottoressa Valeria Li Vigni, direttrice del Museo Pepoli di Trapani. La moglie lo accompagnava spesso nei sui viaggi ma questa volta, per impegni personali non era andata con lui. Tusa era diretto in Kenia per partecipare ad un progetto Unesco. Vulcanico, pragmatico, uomo di grande cultura e preparazione, Tusa era stato fortemente auspicato e sostenuto a rivestire la carica di assessore ai Beni Culturali dallo stesso Vittorio Sgarbi, già designato e in carica nel governo regionale siciliano ma che si era dimesso per presentarsi alle elezioni nazionali. Sebastiano Tusa era nato a Palermo nell’agosto del 1952.

DECUMANO MASSIMO MARSALA


Aveva insegnato alla facoltà dei Beni culturali dell’università palermitana ed era dirigente della Sovrintendenza del mare.
Tra i suoi incarichi quello di professore di Paletnologia presso l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e quello di docente a contratto alla Scuola di Lettere e Beni culturali dell’università degli studi di Bologna. E’ stato anche docente a contratto (2015-2016) presso l’Università Philipps di Morburgo (Germania).

Lo scorso autunno era stato ospite della serata inaugurale al Decumano Massimo di Marsala dove si è svolto un importante concerto per sancire la fruizione dell’area archeologica ai visitatori. E’ stato uno dei promotori della collocazione della Nave Romana presso il Museo archeologico Baglio Anselmi di Marsala. Una personalità forte, determinata, instancabile nel suo amore per l’arte e per la cultura del nostro territorio. cordoglio unanime da quanti l’hanno conosciuto ed apprezzato per le sue doti.

NAVE ROMANA MARSALA

“Siamo rattristati dalla notizia di un aereo passeggeri Ethiopian Airlines che si è schiantato 6 minuti dopo il decollo sulla rotta verso il Kenya. Le mie preghiere vanno alle famiglie e alle persone legate a quanti erano a bordo”, ha scritto su Twitter Uhuru Kenyatta, presidente del Kenya, commentando la tragedia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.