Sequestro beni per il deputato ARS Savona: è accusato di frode sui Fondi Formazione

Spicca anche un nome importante fra gli indagati e raggiunti dal decreto di sequestro preventivo emesso in via d’urgenza dalla Procura della Repubblica di Palermo. Il nome è quello del deputato dell’Assemblea Regionale, esponente di Forza Italia, Riccardo Savona che ricopre, tra l’altro, l’incarico di presidente della Commissione Bilancio all’Assemblea regionale siciliana. Savona e le altre sette persone indagate e raggiunte dalla modalità del sequestro preventivo dei loro beni, dovranno rispondere ai giudici che li accusano di aver sottratto circa 800 mila euro dal bilancio regionale e comunitario. In pratica avrebbero messo su un’ articolata associazione che, dal 2012 ad oggi, avrebbe frodato il bilancio regionale e comunitario attraverso l’utilizzo di documenti falsi, furti di identità ed emissione di fatture per operazioni inesistenti. Tutto questo per superare i controlli degli Enti pubblici ed ottenere il cospicuo contributo economico.

Oltre a Riccardo Savona risultano indagate anche la moglie Maria Cristina Bertazzo e la loro figlia Simona. Sarebbero otto le associazioni culturali a vario titolo riconducibili al Forzista Savona e coinvolte nell’inchiesta per aver sottratto questi soldi destinati alla Formazione.

Complessivamente sono state denunciate 11 persone accusate, tra l’altro, di associazione per delinquere finalizzata alla truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche. I finanzieri hanno perquisito le loro abitazioni, compresa la segreteria politica di Savona, per trovare la documentazione relativa ad ulteriori finanziamenti ottenuti.

E’ stata acquisita la documentazione presso i vari assessorati regionali e sono state ascoltate 50 persone per fare luce su questa associazione molto complessa capace di frodare con perizia e dedizione, capace di utilizzare documenti falsi, rubare identità ed emettere fatture inesistenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.